Graph Search, il motore di ricerca social: Facebook vs Google

graphsearch

Il guanto di sfida è stato lanciato, Facebook ha presentato Graph Search, il motore di ricerca social, per “combattere” la ricerca di Google. Mark Zuckerberg l’ha sempre affermato, Facebook doveva cambiare il modo di usare il web.

Il web è a un punto di svolta molto importante. Fino a poco tempo fa, la normalità sul web era che la maggioranza delle cose non erano sociali e la maggior parte delle persone non usava la propria identità reale. Stiamo costruendo un nuovo web in cui alla base vi è il “sociale”.

Dopo aver superato il miliardo di utenti Facebook si appresta ad entrare sempre più nella relazione utente web, ottimizzando le informazioni che l’utente stesso gli “regala”. Il 2013 si apre quindi con l’evento Facebook nella sala del quartier generale a Menlo Park. Mark ha presentato Graph Search che sarà a tutti gli effetti un motore di ricerca sociale ma non solo, sarà un sistema che riuscirà a monitorare miliardi di dati, tra immagini, video e connessioni dei vari utenti che inseriscono nel social network.

Il risultato della ricerca dell’utente sarà sempre più completo con foto, immagini, le connessioni con altri utenti, e pubblicità mirate. Così Mark:

Si potrà effettuare ricrerche solo tra ciò che è stato condiviso […] È pensato per rispondere a domande specifiche e ricevere risposte, ad esempio… Che locali frequentano i miei amici a San Francisco?

Il CEO di Facebook non si ferma e spiega anche l’utilità del motore con un esempio perfettamente calzante, questo Natale lui e sua moglie Priscilla stavano cercando una foto per gli auguri e il motore ha dato come risultato l’immagine che aveva ricevuto più “mi piace” in assoluto. Oltre a questo la ricerca sarà affiancata da Bing, il motore di Microsoft che detiene l’1,6% delle azioni di Facebook. Per spiegare meglio il funzionamento pensate alla ricerca di un ristorante, di un medico o di un hotel, i risultati saranno suggeriti dagli stessi utenti che si sono trovati bene con un determinato servizio. Se più utenti “consigliano” o mettono mi piace ad un locale o luogo in generale, il motore ne terrà conto per la ricerca.

Se volete provare la versione beta la trovate qui.

Commenti

commenti