Alla Juve serve veramente un Top Player?

juventus

L’anno scorso la Juve di Antonio Conte era una corazzata invincibile e ha concluso il campionato di serie A da imbattuta. Quest’anno con la Champions, ha perso contro Inter, sconfitta schiacciante, Milan, meno schiacciante su rigore inesistente, e contro la Sampdoria in superiorità numerica. Cosa è cambiato? Gli effettivi sono quasi gli stessi, è partito Alessandro Del Piero ma veniva utilizzato con il contagocce e non può certo essere lui la causa di questa differenza e tutti hanno un anno in più è vero ma anche questo non può essere un alibi.

Sono stati comprati dei giocatori per competere nella coppa che tutti sognano, ma Isla non si è rivelato un gran acquisto, Pogba gioca partite da fenomeno e altre da giocatore qualsiasi, Asamoah è stato a tratti un giocatore indispensabile ma ora è partito per la coppa d’Africa, Giovinco corre come un folletto per il campo ma si perde quasi sempre al momento di concludere in rete.

Forse la vera differenza la stan facendo gli infortuni, Vidal è da qualche settimana malconcio come Vucinic, Marchisio è out come Chiellini, e questi quattro giocatori sono stati il perno della scorsa stagione, ma può bastare questo per dire che la Juve è in crisi?

Difficile da dire, anche perché in Coppa Italia è in semifinale, in Champions deve affrontare il Celtic e in campionato resta prima. Però c’è una grande domanda che ci si pone. Se ci fosse un Top Player ha finalizzare li davanti la Juve sarebbe ancora più competitiva?

L’anno scorso abbiamo detto che non serviva ma provate ad immaginare un David Trezeguet al centro dell’area che attende palloni dal più forte centrocampista italiano e tra i top 5 al mondo, Andrea Pirlo, oppure che aspetta i cross di Giovinco, o Lichtsteiner o Asamoah. In questo scenario re David sarebbe già ad almeno 20 gol stagionali.

Serve quindi un Top Player che finalizzi tutte le azioni da gol che crea la squadra di Conte? Forse ma di certo Fernando Llorente non può essere considerato tale, ha una media di 16 gol a stagione nella Liga, non sono pochi ma nel campionato spagnolo si segna molto di più che in quello italiano, Drogba giocherebbe per qualche partita e forse sarebbe utile solo in coppa, Immobile e Gabbiadini non sono più forti di un Matri o Quagliarella.

Quindi se a gennaio non arriva un vero fuoriclasse meglio puntellare la difesa ed il centrocampo perché Peluso, Isla, Padoin non sono di certo giocatori da Juve.

Il Top Player è essenziale ma deve essere tale.

Commenti

commenti