La liquirizia utile per sterilizzare i rivestimenti degli impianti medici

La liquirizia non è soltanto gustosa, ma è utile per la pulizia di dispositivi e impianti medici: infatti contiene un nano-materiale con sterilizzanti naturali. I rivestimenti per gli impianti tracheali e articolari sono infatti molto sensibili ai materiali corrosivi, alle radiazioni e al calore.

Un nuovo rivestimento contenente un composto chiamato acido glicirrizico – che si trova appunto nella liquirizia e che le conferisce il tipico sapore dolce – protegge gli impianti schermando da radiazioni e sostanze chimiche, con le quali resta inalterato.

Tra i vantaggi di questa nuova sostanza chimica sta il fatto di non avere assolutamente nulla che possa minimamente interferire con il funzionamento del dispositivo medico. Il rivestimento non zuccheri, né proteine né polialcoli. Si tratta di un rivestimento brevettato dalla società tedesca biotech LEUKOCARE AG, ed è stato studiato dal team di Joachim Koch del Georg-Speyer Haus dell’Istituto per la Ricerca Biomedica a Francoforte. Koch ha affermato:

Questo rivestimento nano-formulazione può essere applicato per la produzione di migliori dispositivi medici quali impianti ossei, stent vascolari, medicazioni di ferite e faciliterà l’applicazione di prodotti di combinazioni biomediche.

Fonte: Medmagazine

Commenti

commenti