Monti: “Se serve torno. Ma l’Italia non è più a rischio”

Altro che mandato a termine. Per la prima volta da quando è a Palazzo Chigi, Mario Monti ha aperto ad un mandato bis, ma solo “in circostanze particolari e se richiesto dalle forze politiche”. Affermazioni che sembrano però in contrasto con quanto dichiarato soltanto qualche giorno fa, quando disse di non avere nessuna intenzione di ricandidarsi, essendo senatore a vita. Alle prossime elezioni, comunque, si potrebbe arrivare con una nuova legge, visto che la riforma dovrebbe essere approvata in tempi che lo stesso Monti auspica essere non troppo lunghi.

Il premier ha partecipato oggi al Council of Foreign Relations di New York parlando della situazione dell’Euro, rassicurando gli investitori americani: “L’Euro come valuta non ha sofferto la crisi, ha subito solo normali fluttuazioni”. A salvare gli Stati a rischio, come Grecia, Spagna e, chissà, Italia, ci penserebbe comunque il Fondo di Stabilità e non c’è alcun rischio di uscita dall’Eurozona perché l’Euro è irreversibile. E l’Italia non è più a rischio.

Commenti

commenti