Pasta e fagioli alla veneziana

Pasta e fagioli forse è uno dei piatti più rappresentativi della nostra tradizione culinaria. Tantissime le varianti: invece della cotenna fresca (in macelleria e nei supermarket ben forniti), potete aggiungere un osso di prosciutto (chiedetelo al salumiere), oppure dadini di pancetta o lardo. Invece che con la pasta corta, provatela con tagliatelle spezzettate o col riso. In tutti i casi, è deliziosa!

Ingredienti per 4 persone

  • 200 g di fagioli secchi
  • 100 g di pasta corta
  • 100 g di cotenna di maiale fresca
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • 1 costola di sedano
  • olio extravergine d’oliva
  • sale
  • pepe

Mettete in ammollo i fagioli, coperti a filo d’acqua, almeno per 8 ore (o tutta la notte). Raschiate la cotenna con un coltellino per eliminare eventuali setole (vi consiglio di bruciacchiarle sulla fiamma del gas); poi, lavatela e scottatela per 10 minuti in acqua bollente.

Sbucciate la cipolla, raschiate e spuntate la carota e private il sedano della base, delle foglie e i filamenti. Tritate grossolanamente le verdure e mettetele in una pentola insieme ai fagioli scolati e alla cotenna. Coprite abbondantemente con acqua e portate a bollore su fiamma media; abbassate il fuoco e fate cuocere per circa due ore, unendo il sale e un pizzico di pepe verso fino cottura.

A questo punto passate un terzo dei fagioli al passaverdura, poi rimettetelo nella pentola. Riportate a bollore e versate la pasta; fatela cuocere per il tempo indicato sulla confezione, rimestando spesso con un mestolo di legno. Completate con un altro pizzico di sale (se necessario), pepe e un filo d’olio extravergine d’oliva.

Volendo, si possono gustare semplicemente come una zuppa; in quel caso, non aggiungete la pasta.

Commenti

commenti