Cicoria e radicchio: regine della tavola autunnale

Sono le preferite di chi ama il gusto amarognolo: più spiccato se crude, più delicate se le cuocete. In poche calorie sanno regalare una nota speciale alla vostra tavola, arricchendola di sali minerali, fibre e vitamine. Versatili in cucina, imparate a conoscerle e a impiegarle in ricette gustose e creative.

Se i radicchi sono ottimi semplicemente sfogliati e conditi in insalata, tantissime sono le ricette che li vedono protagonisti in cucina.

Le cotture predilette sono la brasatura e la griglia: entrambe hanno il merito di attenuare il gusto amarognolo, carratteristica che si accentua di molto, mano a mano che l’ortaggio “invecchia”.

Una qualità tanto più spiccata nella catalogna, che si consuma sempre cotta (eccetto che per i germogli, le famose puntarelle romane). Tantissimi sono gli abbinamenti possibili, sia per le insalate che per i contorni più elaborati.

Provate a completare le vostre ricette con noci, pancetta croccante, persino il gorgonzola; senza dimenticare una nota dolce, come una manciatina di uvetta sultanina, una spolverata di zucchero di canna o qualche goccia di aceto balsamico.

Commenti

commenti