Fantacalcio: i consigli per la 3° giornata

Finalmente si parte! Se consideriamo le due giornate pre sosta come una sorta di prova generale, con la terza giornata il campionato entra nel vivo, considerato che entro fine settembre ci sarà pure il turno infrasettimanale. Giornata interessante, anche se non c’è nessun vero big match. Cominciando dalle capoliste, la Juventus vola a Genova, sponda rossoblu, il Napoli ospita un Parma rabberciato e la Lazio cerca conferme contro il Chievo. Compiti sulla carta non impossibile per le milanesi, con il Milan in casa contro l’Atalanta e l’Inter a Torino contro la squadra di Ventura. La Roma cerca la sua vera identità dopo un avvio di stagione a due facce, in casa contro il Bologna. La sorprendente Sampdoria di Ciro Ferrara va a Pescara, già in crisi dopo la bellezza di 6 gol subiti e zero fatti in due partite. Sfide da brivido tra Palermo e Cagliari e Siena e Udinese, squadre con disperato bisogno di punti. Chiude un Fiorentina – Catania che promette spettacolo.

 

LA NOSTRA TOP 11:

Abbiati; Barzagli, Basta, Samuel; Hamsik, Hernanes, Diamanti, Florenzi; Miccoli, Klose, Cavani.

 

CHIEVO – LAZIO

Lazio galvanizzata da un avvio sprint, ora deve confermarsi su un campo non propriamente facilissimo come quello di Verona.

Nel Chievo, in attesa di vedere finalmente all’opera il pubblicizzato Papp e rivedere quel Marco Rigoni che fece le gioie di tanti fantallenatori lo scorso anno, la coppia Pellissier – Di Michele resta sufficientemente affidabile, con Thereau ottimo da trequartista; negli altri reparti si possono rischiare Sorrentino e Luciano come sorprese; no Dainelli, Cesar, Jokic ed Hetemaj.

Nella Lazio c’è solo l’imbarazzo della scelta: a Klose, Hernanes e Candreva non si rinuncia, ok pure Marchetti e Ledesma; convince un po’ meno la difesa, soprattutto Biava e Cavanda; sorprese Gonzalez e Lulic.

CHIEVO:     SI: Thereau     NO: Dainelli     SORPRESA: M. Rigoni

LAZIO:        SI: Klose           NO: Biava         SORPRESA: Candreva

 

FIORENTINA – CATANIA

È inevitabilmente sfida amarcord per Vincenzo Montella contro la sua ex squadra. Viola favoriti ma attenzione al Catania che è squadra ostica per tutti.

Nella Fiorentina, ci fidiamo di Rodriguez (ci sembra il più solido dietro e Bergessio non è proprio un fenomeno), Borja Valero e Jovetic, con Ljajic sorpresa; no Tomovic, Cassani e Romulo. Bella sfida Pizarro – Lodi.

Nel Catania, oltre a Lodi, i due esterni Gomez e Barrientos, in quest’ordine, e con Castro possibile sorpresa; non ci piacciono Alvarez, Bellusci e Biagianti.

FIORENTINA:     SI: Jovetic     NO: Tomovic     SORPRESA: Ljajic

CATANIA:             SI: Gomez      NO: Alvarez       SORPRESA: Lodi

 

GENOA – JUVENTUS

Juventus nettamente favorita, ma attenzione al Genoa, che ci sembra squadra “pazzerella” in grado di far risultato contro chiunque se in giornata.

Nei padroni di casa, come di consueto, meglio lasciar perdere la difesa, quindi fuori i vari Frey, Ferronetti, Canini e Antonelli; decisamente meglio l’attacco con Jankovic, Ciro Immobile e Borriello; in mezzo si può rischiare Merkel.

Nella Juve si possono schierare tutti senza problemi, se volete evitare brutte sorprese e dovendo scegliere, rinunceremmo solo a Bonucci, Chiellini e Giovinco, peraltro in ballottaggio con Matri; rischiate Marchisio, Vidal, Lichtsteiner e Vucinic.

GENOA:              SI: Immobile     NO: Frey          SORPRESA: Jankovic

JUVENTUS:      SI: Marchisio     NO: Bonucci   SORPRESA: Vidal

 

MILAN – ATALANTA

Dopo l’inizio così così, i rossoneri vogliono ingranare la marcia giusta, ma dovranno giocare bene perché l’Atalanta non è un avversario facile e figuracce tipo quella contro la Samp sono sempre dietro l’angolo.

Giampaolo Pazzini in gran forma, nonostante qualche problemino in settimana, mettetelo; ok anche Abbiati, Abate o De Sciglio, Emanuelson e Boateng; Bojan più di El Shaarawy, no Bonera, Antonini, Ambrosini e per il momento anche De Jong.

Nell’Atalanta, Denis e Maxi Moralez valore aggiunto, Bonaventura non convince ancora; Cigarini e Consigli sorprese, fuori Bellini, Lucchini, Biondini e Raimondi.

MILAN:               SI: Pazzini       NO: Antonini       SORPRESA: Bojan

ATALANTA:      SI: Moralez    NO: Lucchini       SORPRESA: Consigli

 

NAPOLI – PARMA

Il Napoli quest’anno sembra veramente solido e in grado di lottare per il vertice fino alla fine. Se ci aggiungiamo che il Parma è un pochino in emergenza, partenopei strafavoriti.

Nei padroni di casa, Cavani intoccabile, ma sono in forma anche Hamsik, Maggio e pure Dzemaili; ok De Sanctis, dubbi Campagnaro, Cannavaro e Zuniga; fuori Britos e Inler.

Nel Parma, con i migliori fuori causa, tocca a Paletta, Parolo e Valdes tentare di limitare gli azzurri; tra le sorprese indichiamo Rosi e Belfodil; non rischiate Mirante, Lucarelli, Zaccardo e Gobbi; dubbi Ninis, Pabon e Palladino.

NAPOLI:       SI: Cavani       NO: Britos          SORPRESA: Dzemaili

PARMA:       SI: Valdes       NO: Zaccardo    SORPRESA: Belfodil

 

PALERMO – CAGLIARI

Due squadre che hanno assoluto bisogno di punti, soprattutto per salvare le panchine di Sannino e Ficcadenti, perché al di là delle dichiarazioni ufficiali, con Zamparini e Cellino non c’è mai da stare tranquilli.

Nei rosanero, difesa imbarazzante ma crediamo che prima o poi la mano di Sannino si vedrà; nel frattempo andiamo su Ilicic, Donati, Bertolo e Miccoli; fuori Ujkani, Cetto, Von Bergen, Garcia e Rios; dubbi Kurtic e E. Pisano; davanti ballottaggio Dybala – Hernandez, potrebbero sorprendere entrambi.

Nel Cagliari, punti fermi Conti, Nainggolan e Pinilla; dietro si possono rischiare Rossettini e F. Pisano; fuori Perico, Ariaudo e Dessena; dubbio Cossu.

PALERMO:        SI: Miccoli      NO: Von Bergen      SORPRESA: Dybala

CAGLIARI:       SI: Pinilla         NO: Ariaudo            SORPRESA: Conti

 

PESCARA – SAMPDORIA

Brutto momento per la neopromossa Pescara che, rivoltata come un calzino in estate, deve ancora prendere confidenza con la serie A. La Sampdoria è un altro avversario scomodo, ma l’Adriatico potrebbe dare una marcia in più agli abruzzesi.

Nei padroni di casa, finora difesa colabrodo anche se Perin e Capuano a livello individuale darebbero garanzie, ma forse è ancora presto per puntare su di loro; meglio l’esperienza di Cascione e il trio offensivo Weiss, Caprari, Vukusic; sorpresa Quintero, fuori Zanon, Cosic e Colucci.

Nella Samp, Maxi Lopez ed Eder gli uomini più pericolosi, anche se bonus potrebbero arrivare anche da Estigarribia e Maresca; difesa ok, ma rischiate solo Gastaldello; fuori Berardi, Berni, Rossini e Poli.

PESCARA:          SI: Weiss               NO: Zanon       SORPRESA: Quintero

SAMPDORIA:   SI: Maxi Lopez    NO: Berni        SORPRESA: Eder

 

ROMA – BOLOGNA

La Roma in casa non era piaciuta per niente, ma a San Siro ha dimostrato di essere la vera mina vagante del campionato e il Bologna sembra vittima sacrificale perfetta per le ambizioni giallorosse.

Zeman punterà ancora su giovani come Tachtsidis e Florenzi, piace soprattutto il secondo; ovviamente dentro tutti gli attaccanti, in questo preciso ordine: Destro, Totti, Lamela; ok Pjanic, fuori la difesa con Stekelenburg e Piris su tutti.

Nel Bologna, andiamo sul Top Alessandro Diamanti, con Gilardino sorpresa e poi uomini di sostanza come Pazienza, Guarente e Taider; dietro si rischia la goleada, quindi fuori Agliardi, Motta, Antonsson e Morleo.

ROMA:             SI: Destro         NO: Stekelenburg     SORPRESA: Florenzi

BOLOGNA:     SI: Diamanti    NO: Agliardi                SORPRESA: Taider

 

SIENA – UDINESE

Gara delicata per l’Udinese, che ha iniziato malissimo. Il Siena, poi, ha disperato bisogno di punti per cancellare il segno meno in classifica, quindi partita più equilibrata e incerta di quanto non direbbe il divario tecnico tra le due squadre.

Nel Siena, Calaiò e D’Agostino i punti fermi, ma potrebbero far bene anche Pegolo, Vergassola e Del Grosso; dubbi Ze Eduardo – Rosina, noi preferiamo il secondo; fuori per precauzione Paci, Contini e Mannini.

Nell’Udinese, tutto come sempre sulle spalle di Totò Di Natale, ma siamo curiosi di vedere come va il probabile rientro di Barreto; certezze Danilo, Domizzi e Basta; sorpresa Lazzari, no Padelli, Benatia e Pereyra.

SIENA:                  SI: Calaiò         NO: Contini           SORPRESA: D’Agostino

UDINESE:            SI: Di Natale    NO: Pereyra         SORPRESA: Barreto

 

TORINO – INTER

Esame di maturità per l’Inter, perchè Torino, anche sponda granata, non è una trasferta facile.

Nei padroni di casa, difesa solida, ma forse meglio non rischiare se non Ogbonna e forse Gillet; davanti dentro Bianchi e Cerci, dubbi Gazzi e Sgrigna; no Darmian, Glik, Brighi e Vives.

Nell’Inter, Pereira, Samuel, Guarin, Cambiasso, Sneijder e Milito; Handanovic e Cassano sorprese; fuori Ranocchia, Nagatomo e Gargano.

TORINO:       SI: Bianchi         NO: Glik                   SORPRESA: Cerci

INTER:          SI: Milito            NO: Ranocchia      SORPRESA: Guarin

Commenti

commenti