Caso Grecia, Merkel: “No a rinvii su austerity”

Berlino- La Cancelliera Angela Merkel rende noto tramite il suo portavoce, Steffen Seibert, in una conferenza stampa, che “vale l’accordo in vigore preso da Atene con Ue, Fmi e Bce”; pertanto non ci saranno “compromessi” né rinvii al piano di austerity varato per la Grecia.

Tuttavia l’Unione europea e, in primis, la Germania della Merkel, dovrà posticipare le proprie decisioni finché Atene non adotterà tutte le misure necessarie.

Secondo un documento in possesso del Financial Times, il premier greco Samaras vedrà la cancelliera tedesca a Berlino e il presidente francese Hollande a Parigi e prospetterà un piano per tagliare le spese pubbliche in quattro anni invece che in due.

Inoltre, il Paese potrebbe avere bisogno di 20 miliardi di ero in più per pareggiare il bilancio nel caso di una ristrutturazione. Il punto, è che la Grecia non è intenzionata a cercare altri partner nell’eurozona. Atene, infatti, propone di attingere a un prestito esistente dal FMI e di emettere buoni del Tesoro.

Nel frattempo, la Grecia, lo scorso martedì, ha alzato l’ammontare dei buoni del proprio Tesoro a tre mesi a 4.063 miliardi. Ma ha dovuto accettare un aumento del tasso di interesse.

Fonte: Ansa.it – La Repubblica.it

Commenti

commenti