Lutto nel Cinema muore Carlo Rambaldi: la sua vita, le sue opere


Il cinema perde uno dei suoi più grandi visionari. Carlo Rambaldi è morto ieri, 10 agosto 2012, a Lamezia Terme lasciando orfani personaggi come ET, King Kong e Alien. Rambaldi grazie alla collaborazione con le case cinematografiche di Hollywood affina la tecnica degli effetti speciali con la meccatronica che unisce meccanica ed elettronica.

Nel 1976 vince l’Oscar per i migliori effetti speciali con King Kong di John Guillermin, per il quale crea un pupazzo di 12 metri. Nel 1979 per Alien di Ridley Scott, insieme a Hans Ruedi Giger, realizza la creatura aliena, vincendo poi nel 1980 l’Oscar ai migliori effetti speciali. La sua vena creativa ha il suo apice con E.T. l’extra-terrestre di Steven Spielberg, per il quale vince il suo terzo e ultimo Oscar nel 1983. Ha anche collaborato a film diventati cult come Incontri ravvicinati del terzo tipo (1977) sempre di Spielberg, e Dune (1984), di David Lynch.

È scomparso il 10 agosto 2012 all’età di 86 anni a Lamezia Terme in Calabria e il cinema tutto lo piange.

Commenti

commenti