Alonso e Massa: un sorriso alle popolazioni terremotate d’Emilia

Un gesto che fa onore al cavallino rampante. Un gesto per contraccambiare l’amore e la passione che da sempre ripone l’Emilia tutta, nei confronti delle Rosse più famose al mondo.

Così ieri, nel pieno del mondiale di Formula 1 2012, dopo i due successi importantissimi e consecutivi di Fernando Alonso, piloti e team sono andati, a sorpresa, a visitare le zone dell’Emilia colpite e devastata dal terremoto di due mesi fa.

Due le tappe: i paesi di Cavezzo e di Mirandola per i piloti della Ferrari accompagnati dal consigliere comunale Roberto Ganzerli. Hanno incontrato le persone che ancora oggi vivono nelle tendopoli, tra autografi, cappellini e foto di gruppo. Tra i bambini che vivono nelle tende e qualche adulto con gli occhi lucidi, Felipe Massa ha detto:

“È importante portarvi un segno del nostro affetto. Vedere con i nostri occhi questa realtà è impressionante”.

“Sentivamo il bisogno di venirvi a trovare. Speriamo che non si perda tempo nella ricostruzione. La gente di qui è forte, ha lo stesso carattere della gente della Ferrari, gente che non molla mai: sono sicuro che ce la faranno”.

Ha poi concluso Fernando Alonso.

Non solo un gesto simbolico, ma in concreto una raccolta fondi, portata avanti dalla stessa scuderia di Maranello, ha permesso di raccogliere due milioni di euro che sono stati donati per la ricostruzione.

Commenti

commenti