Formula 1: Alonso e la Ferrari dominano in Germania

La Ferrari vola e alla sua guida un Fernando Alonso sempre più autorevole e perfetto, controlla il primo posto conquistato grazie alla pole di ieri e vince in Germania, consolidando così il proprio primato in testa alla classifica del mondiale.

Fernando incanta letteralmente, addormentando la corsa quando serve, sfruttando tutto quello che c’è, errori altrui compresi, rimanendo sempre lucido, impeccabile dall’inizio alla fine, facendo segnare giri veloci su giri veloci, anche nel finaleBatte Vettel, il pilota campioncino di casa, che si infastidisce quando davanti ha Button, che finirà terzo.

Quarto posto per la Lotus di Kimi Raikkonen che ha preceduto la Sauber di Kamui Kobayashi e di Sergio Perez. Settima la Mercedes di Michael Schumacher davanti alla Red Bull di Mark Webber ed alla Force India di Nico Hulkenberg. Chiude in zona punti la Mercedes di Nico Rosberg.

Vettel che nel finale cerca di rimontare, ma che finirà inesorabilmente sul podio dietro Alonso, e dallo stesso consolato, con un pizzico di sana ironia che fa morale, oltre che carattere latino.
Si è vinto in terra tedesca: lo spread, per una volta, è salito solo ai tanti tifosi presenti. Italia e Spagna ci sono: e che coppia. Se si aggiunge che il progettista Ferrari è un greco, il predominio è completato. Peccato per Massa, solo dedicesimo. Da sottolineare la grande prestazione complessiva per la scuderia della Sauber.
Alonso con questa vittoria allunga in classifica e sale a 154 punti, davanti alle Red Bull di Mark Webber, con 120 punti, e Sebastian Vettel con 118 punti.

Commenta a caldo e con un pizzico d’ironia Fernando Alonso:

“Bello vincere in Germania? Non voglio parlare di politica, ma è chiaro che la situazione non è bellissima in Spagna e un pilota spagnolo che vince su una macchina italiana è una cosa fantastica. Avevamo una macchina competitiva già da ieri, sono partito dalla pole position e questo è stato un fattore chiave. Era difficile superare, forse non eravamo i più veloci ma abbiamo mantenuto la posizione. La pole mi ha facilitato, e sono contento per il campionato, anche per il ritiro di Hamilton, è stata una giornata perfetta”.

Ordine d’arrivo

1. Fernando Alonso 
2. Sebastian Vettel
3. Jenson Button
4. Kimi Raikkonen
5. Kamui Kobayashi
6. Sergio Perez
7. Michael Schumacher
8. Mark Webber
9. Nico Hulkenberg
10. Nico Rosberg
11. Paul Di Resta
12. Felipe Massa
13. Daniel Ricciardo
14. Jean-Eric Vergne
15. Pastor Maldonado
16. Vitaly Petrov
17. Bruno Senna
18. Romain Grosjean
19. Heikki Kovalainen
20. Charles Pic
21. Pedro De la Rosa
22. Timo Glock
23. Narain Karthikeyan

Classifica mondiale

1. Fernando Alonso (Esp) 154
2. Mark Webber (Aus) 120
3. Sebastian Vettel (Ger) 118
4. Kimi Raikkonen (Fin) 95
5. Lewis Hamilton (Gbr) 92
6. Nico Rosberg (Ger) 76
7. Jenson Button (Gbr) 65
8. Romain Grosjean (Fra) 61
9. Sergio Perez (Mex) 47
10. Kamui Kobayashi (Jpn) 31
11. Pastor Maldonado (Ven) 29
12. Michael Schumacher (Ger) 29
13. Paul di Resta (Gbr) 27
14. Felipe Massa (Bra) 23
15. Nico Hulkenberg (Ger) 19
16. Bruno Senna (Bra) 18
17. Jean-Eric Vergne (Fra) 4
18. Daniel Ricciardo (Aus) 2

Commenti

commenti