Tour de France: Wiggins re della crono ed è sempre più in giallo

Il terreno e le tappe per metterlo in difficoltà ci sono ancora, eccome. Ma non certo in cronometro, visto che l’attuale leader della classifica, l’inglese Wiggins, partito da favorito, ha corso ieri come non mai, vincendo una crono perfetta. Corsa a tutta per gli oltre 40 chilometri della tappa del Tour de France che lo ha messo sulla strada per i campi elisi da vincitore incontrastato.

Come se non bastasse, Wiggins si ritrova al traguardo insieme all’altro uomo forte del suo team, utile gregario, eventuale outsider, Chris Froome che scavalca Vincenzo Nibali al terzo posto e incalza Cadel Evans, a cui ha rosicchiato più di un minuto.

Wiggins, felicissimo come non mai, si è trovato tra le mani la sua migliore prestazione di sempre e lo ha dimostrato, nei commenti post tappa e nella commozione manifestata durante le premiazioni.

“È come fosse Natale per me, perché non puntavo alla tappa, ma a guadagnare sugli avversari. Probabilmente è la mia miglior prova di sempre a cronometro: è da inizio stagione che punto a essere al top in luglio, ho perso anche il compleanno dei miei bimbi, ma i risultati stanno arrivando. Però sono umano, non sono una macchina e può sucedere di tutto, un incidente o una giornata storta: la strada per Parigi è molto lunga”.

Ha inflitto pesanti distacchi a tutti, a partire da Cadel Evans, l’unico che si pensava potesse fare meglio e a Vincenzo Nibali, ma i suoi 2 minuti erano in preventivo.

Una crono capolavoro dove la maglia gialla infligge 57’’ a Cancellara. Evans precipita a 1′ 53”.

In realtà mancano solo due arrivi in salita, ma che arrivi: uno sulle Alpi e uno sui Pirenei e i chilometri che possono mettere in difficoltà chiunque non mancano, contando che per attaccare l’inglese oggi è possibile ipotizzare una strategia a due targata Evans – Nibali.

Oggi giornata di riposo, domani la 10a tappa da Mâcon-Bellegarde sur Valserine di 194,5 km.
Così nella crono di ieri
9a tappa, da Arc et Senans-Besançon di 41,5 km
1. Wiggins (Gbr) in 51’24” (media 48,4 km/h)
2. Froome (Gbr) a 35”
3. Cancellara (Svi) a 57”
4. Van Garderen (Usa) a 1’06”
5. Chavanel (Fra) a 1’24”
8. Nibali (Ita) a 2’07”
56. Basso (Ita) a 4’54”
Classifica generale
1. Wiggins (Gbr) in 39.09’20”
2. Evans (Aus) a 1’53”
3. Froome (Gbr) a 2’07”
4. Nibali (Ita) a 2’23”
5. Menchov (Rus) a 3’02”
6. Zubeldia (Spa) a 3’19”
7. Monfort (Bel) a 4’23”
22. Basso (Ita) a 9’06”

Commenti

commenti