Francia-Italia: “Subito scudo anti spread”

Parigi- Sembra avvicinarsi notevolmente l’asse Italia-Francia nel contesto delle misure da varare per approdare a una soluzione condivisa dell’Unione europea contro la crisi finanziaria.

Nonostante l’attuazione del processo che deve tradurre in atti le decisioni dei leader e convincere i mercati ancora scettici che, per Mario Monti, ancora non si fidano delle decisioni Ue, la Germania non appare ansiosa di pervenire a un accordo anti spread che invece Roma e Parigi vorrebbero subito concludere.

Infatti il ministro tedesco delle Finanze Wolfgang Schaeuble frena: “Ogni cosa a suo tempo”,escludendo che la supervisione bancaria, la prima delle misure Ue da rendere operative, si avrà già nel 2012.

L’accordo tra il premier Monti e il ministro francese dell’Economia, Pierre Moscovici, dimostra proprio la volontà dei due paesi di giungere a un’azione il più in fretta possibile.

“Dobbiamo parlare subito, già nell’Eurogruppo di domani, di unione bancaria e scudo anti-spread per aiutare chi, come l’Italia, ha un problema con la volatilità dei tassi”, ha detto Moscovici al termine del bilaterale.

Per descrivere le prossime tappe dell’Eurozona, il ministro ha riferito: “Abbiamo aperto una porta che era chiusa, ora dobbiamo decidere la strada da prendere”.

Fonte: Ansa.it

Commenti

commenti