F1: Alonso beffato dalle gomme è secondo dietro Webber

Le ha azzeccate tutte, dalla pole di sabato, alla partenza di ieri, fino alla condotta di gara: Fernando Alonso, la meritava questa vittoria, peccato. Non è sua la colpa, ma delle solite gomme morbide che non durano più di dieci giri e che hanno compromesso – per la seconda volta – la prestazione della Ferrari. Gli sono mancati solo gli ultimi 4 giri.

Arriva comunque un ottimo secondo posto per il primo pilota spagnolo che, visto il piazzamento di Hamilton, gli consento di consolidare la propria leadership in classifica portandosi a 129 punti, 13 in più di Webber salito al secondo posto e vittorioso ieri sul circuito inglese di Silverstone bissando la vittoria di Montecarlo. Prestazione alla quale aggiungere l’ottimo quarto posto dell’altro pilota Ferrari: Felipe Massa, suo migliore piazzamento quest’anno. Finalmente.

Per Alonso fine settimana comunque positivo e ci mancherebbe:

“Abbiamo sfiorato il successo, ma negli ultimi giri Webber è stato più veloce e ha meritato il primo posto. Io sono però orgoglioso dei progressi di queste settimane. Negli ultimi quattro Gran premi abbiamo lottato per vincere e questo significa che siamo sulla strada giusta. Abbiamo perso sette punti rispetto a Webber, ma ne abbiamo guadagnati rispetto agli altri e in generale ne abbiamo sicuramente più del previsto. È stata una buona domenica. Quando Mark è passato, è stato importante mantenere il secondo posto, senza forzare la situazione. Abbiamo iniziato la gara con le gomme che ritenevamo migliori, con l’obiettivo di accumulare il maggior vantaggio possibile per cercare di gestirlo nella fase finale. È mancato davvero poco per vincere. Sono contento per Massa, ha fatto una grande gara. Se ci avessero detto in anticipo che in questa corsa avrei conquistato 18 punti, ci avrei messo la firma”.

Prossimo appuntamento Hockenheim in Germania, fra due settimane.

Classifica Costruttori

1. RED BULL 216
2. FERRARI 152
3. LOTUS 144
4. MCLAREN 142
5. MERCEDES 98

Classifica Piloti

1. ALONSO 129
2. WEBBER 116
3. VETTEL 100
4. HAMILTON 92
5. RAIKKONEN 83
6. ROSBERG 75
7. GROSJEAN 61
8. BUTTON 50
9. PEREZ 39
10. MALDONADO 29

Commenti

commenti