Monti-Merkel: sì all’anti-spread

Bruxelles- Le Borse del mondo festeggiano l’esito positivo dell’ultimo Consiglio europeo, in cui i leaders degli Stati membri hanno progettato un’azione condivisa di misure volte a rispondere agli attacchi incessanti della crisi sull’economia europea.

Il nostro Presidente del Consiglio, Mario Monti, annunciando che l’Italia non avrà bisogno dello scudo fiscale, riesce a mettere in evidenza le analogie tra il Bel Paese e la Germania della Cancelliera Angela Merkel.

Due personalità così vicine, a capo di due paesi talmente legati tra loro che il detto “mors tua vita mea” stavolta non funziona. E la Merkel lo sa bene, dato che ha dato il suo assenso alle misure di condivisione, eccetto agli eurobond, su cui è sempre stata categorica.

E ovviamente lo spread e le borse europee ne escono rinforzate: Milano vola a + 6,59%. Tuttavia l’accordo tra i partner europei non giova soltanto al vecchio continente, ma anche alla Borsa di Tokyo, che ottiene forti guadagni.

Commenti

commenti