Adrien Brody è professore in Il distacco, dal 22 giugno al cinema

Non si può fare l’insegnante. Insegnanti si è, nonostante le difficoltà e le apparenze.
Questa è l’idea che scaturisce da un personaggio come Henry Barthes, protagonista di Detachment – Il distacco.

Professore disoccupato e convinto supplente viene mandato in una classe problematica di un liceo problematico di una zona cittadina problematica. Quello che farà la differenza non saranno lezioni appassionanti, cori, gite, concorsi di danza e di canto. Piuttosto il distacco che Barthes dimostrerà rispetto alle cose. Un distacco ricchissimo di profondi insegnamenti, se si sarà in grando di coglierli.

Il cinema è zeppo di scuole e classi problematiche e di professori che tentano di fare il colpaccio portando svogliati studenti (più simili a teppisti che ad adolescenti), sulla retta via. Dall’indimenticabile professor Keating de L’attimo fuggente, alle suore dei vari Sister act, al maestro di ballo Pierre Dulaine interpretato da Antonio Banderas in Ti va di ballare?

Ma stavolta non vedremo un professore che sale sui banchi: la freddezza con cui si interfaccerà con i ragazzi sarà fondamentale per conquistare il loro rispetto. Un approccio non convenzionale, intenso, sensibile rispetto a un tema che si è affrontato già tante volte.

Merita sicuramente attenzione.

Regia di prim’ordine, firmata da Tony Kaye, a cui si deve l’imprescindibile American History X con Ed Norton. Nel cast il bravissimo Adrien Brody, Christina Hendricks, la  Joan della serie tv Mad Men, Lucy Liu e il fenomenale Bryan Cranston di Breaking Bad.

Il distacco sarà nelle nostre sale dal 22 giugno. Ecco il trailer per ingannare l’attesa.

http://youtu.be/dayMkcHh7_w

Commenti

commenti