Napolitano: “Non possono decidere solo Francia e Germania”

Roma- Purtroppo in questo momento l’Italia sta vivendo una nuova ondata di speculazione. Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, rivendica il ruolo “di supremazia” ricoperto da Francia e Germania.

Come ha ricordato in un’intervista pubblicata su La Repubblica, il Capo dello Stato ha espresso il suo convincimento sulla necessità di svolgere un’azione collettiva di solidarietà contro la crisi, richiamandosi alla Cancelliera tedesca, Angela Merkel, la quale ha riferito di esser consapevole dell’entità irrisoria dei cittadini dell’Unione europea, rappresentanti solo il 7% della popolazione mondiale.

Pertanto il vecchio continente, per voler contare qualcosa sulla scena mondiale, deve rimanere solido e unito, non solo sul piano economico, scelta doverosa in questo triste periodo di crisi, ma anche in ambito politico-sociale.

Contro chi non crede in questo progetto europeo, è evidente la necessità di formare una vera e propria “Unione”, di “Stati uniti d’Europa”. Proprio oggi la Commissione europea rende noto che, nonostante la recessione greca, non è previsto alcun piano di uscita di Atene dalla moneta unica.

Commenti

commenti