Eurogruppo: “100 miliardi di euro alla Spagna”

Bruxelles- Al governo spagnolo sarà chiesto di concretizzare una “riforma del settore finanziario”, in cambio del fondo di 100 miliardi concesso dall’Unione europea. La Merkel rilancia sulla volontà di prestare solidarietà, perché sa bene che senza il sostegno dell’Unione, nessuno Stato può sperare di essere rilevante nel mondo.

Tuttavia tale solidarietà ha un costo, il costo della “garanzia”, delle contropartite. Forse toccherà alla Spagna ora essere “supermonitorizzata” dalle istituzioni europee e dalla Cancelliera tedesca, ma l’Europa non può concedersi sprechi né uscite degli Stati membri.

Le nostre riforme avranno il sostegno dei partners europei”. Così il ministro iberico delle Finanze dopo Ia riunione dell’Eurogruppo sul fondi necessari a ricapitalizzare le banche spagnole.

Il presidente dell’Eurogruppo, Jean-Claude Juncker, in un’intervista rilasciata a una radio tedesca aveva insistito affinchè fosse trovata una soluzione “veloce” alla crisi spagnola, sebbene “la situazione non sia paragonabile a quella della Grecia”.

Il sostegno alla Spagna arriva anche da Barroso e di Rehn: “Con le riforme stutturali ed il consolidamento dei conti pubblici, siamo certi che la Spagna riconquisterà gradualmente la fiducia degli investitori e dei mercati e creerà le condizioni per tornare alla crescita sostenibile ed alla creazione di posti di lavoro”.

Fonte: Ansa.it

Commenti

commenti