Torino, Modena e Pordenone sono le città più amiche di cani e gatti

Quando si parla di animali, un po’ come in tutti i casi, prendono il sopravvento le cattive notizie: maltrattamenti, abbandoni e stragi. Eppure Legambiente ha voluto guardare anche all’Italia che ama gli animali, e ha così preparato un dossier chiamato Ecosistema animale, e parla degli aspetti positivi del rapporto tra Italia e animali secondo dati del 2011.

Le città che sono risultate più amiche degli animali sono Torino, Modena e Pordenone, in base ad azioni concrete nel rispetto dei diritti dei nostri amati pelosetti. Torino, ad esempio, gestisce due canili con l’ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali), mentre a Modena da 14 anni esiste l’Ufficio dei diritti animali, e a Pordenone c’è una forte campagna di informazione rivolta ai padroni di cani e gatti.

Le amministrazioni intervistate appartengono a 109 comuni italiani, interrogati con il metodo del questionario. Tra essi, ben 78 sono i comuni dove esistono rifugi per animali con tanto di volontari che si occupano della loro salute, del cibo e delle adozioni.

Il dossier punta in modo particolare sull’importanza dell’inserimento sottopelle dei microchip, in modo da iscrivere gli animali all’anagrafe per impedire, in caso di smarrimento dell’amico a quattro zampe, la sua totale irrecuperabilità. A proposito di microchip, questo è un aspetto su cui si deve ancora lavorare molto, considerando che solo il 50,5% delle amministrazioni intervistate ha effettuato la microchippatura dei cani presi in carico.

Fonte: ecoo.it

Commenti

commenti