Scrivendo, entriamo in contatto con la nostra anima

Scrivere è più o meno come fare un’autoanalisi, risparmiando i soldi dello psicanalista. Fa pensare, riflettere; ci fa cercare accanitamente le parole giuste per descrivere le sensazioni che proviamo.

Mettiamo nero su bianco il nostro stato d’animo, provando e riprovando; scartando le parole che non corrispondono a ciò che sentiamo in quel momento. Ci soffermiamo su una frase, piuttosto che sull’altra. Restiamo fermi, col dito sospeso sulla tastiera, in attesa che ci venga in mente il termine più appropriato.

A volte succede in un attimo: le frasi scorrono fluide una dietro l’altra come se fossero indipendenti dalla nostra volontà; a volte, invece, ci vuole un pò di più. Scrivendo, entriamo in contatto con la nostra anima e le diamo voce.

Commenti

commenti