Giro d’Italia 2012: si riparte da Verona

Dopo le prime tre tappe in terra straniera di Danimarca e il giorno di riposo utile per il lungo trasferimento, oggi si riparte, finalmente dall’Italia. Il Giro 2012 sbarca a Verona per la quarta tappa.

Si tratta di una cronosquadre di 33,2 km, che partirà da Verona, da Piazza San Zeno e arriverà in Piazza Bra. Un tracciato veloce, con un tratto in salita di circa 4 chilometri. L’unica insidia di giornata: la discesa da affrontare con attenzione.

Nel giorno di riposo l’americano Taylor Phinney si è goduto la maglia rosa conquistata dopo la tappa d’apertura, ma si è anche “ricucito” letteralmente le ferite: gli rimangono 3 punti di sutura sul malleolo del piede destro per le conseguenze dell’incidente nella volata nell’ultima tappa a Horsens. Anche il campione del mondo Mark Cavendish ha sulla pelle della coscia sinistra i vistosi ematomi della tremenda caduta, che fortunatamente, non lo ha fermato e, anche se il dolore persiste, la grande rabbia dopo lo spavento è sbollita e con il suo team Sky è già risalito in sella per le prove del mattino.

Favorite di giornata la Bmc della maglia rosa, il team Sky e la Garmin. Basso sornione, può attendere alla finestra e magari regalare una bella sorpresa, come accadde il 12 maggio 2010 sempre in una cronosquadre, sempre nella quarta tappa del Giro, dove la Liquigas di Basso e Nibali staccarono tutti.

Si ritorna a casa… davvero in tutti i sensi per un ciclista in particolare: si tratta di Damiano Cunego, il “cobra” e principino atteso anche quest’anno che proprio qui sbocciò nel 1999. Era il più atteso, già all’arrivo l’altra sera all’aeroporto. Oggi lui e Scarponi non potranno fare altro che limitare i danni da Kreuziger e da Basso, ma venerdì la sfida comincerà già ad infiammarsi con le prime salite.

La diretta della tappa si può seguire dalle 14.35 su RaiSport 2

Commenti

commenti