Real 3-0, la Liga si tinge di bianco

Il Barcellona, spinto dal solito talento di Lionel Messi, autore di una splendida tripletta, ci ha provato sino all’ultimo, superando il Malaga fra le mura di casa del Camp Nou, sperando in un colpaccio dell’Athletic Bilbao in casa dei ragazzi di José Mourinho.

Nulla da fare per i catalani, tenuti a freno al minuto 16, momento in cui Gonzalo Higuain sfodera un destro dal limite dell’area di rigore, mettendo a segno il goal che fa esplodere la gioia dei tifosi madrileni e, soprattutto, dell’allenatore portoghese.

Fra il raddoppio del Real Madrid, firmato da Cristiano Ronaldo, abile nell’insaccare il pallone con un colpo di testa, gli ospiti recrimano un penalty per un mano in area di Khedira, episodio nettamente evidente ma non sanzionato dall’arbitro dell’incontro.

Il San Mames di Bilbao regala il trentaduesimo titolo spagnolo ai “blancos”, in rete per la terza volta nella serata grazie alla doppietta del portoghese CR7, ancora di testa, sul calcio d’angolo battuto da Xabi Alonso al 50°.

Risultato congelato sul 3-0 e gestione della partita da parte dei ragazzi di José Mourinho, arrivati al titolo dopo un’annata di alti e bassi, passando dalla fuga sul Barcellona, toccando il +10, sino alla grande rimonta dei catalani, giunti sino a portare il fiato sul collo dei rivali capitolini.

Brutto il gesto nel finale di partita di Cristiano Ronaldo, protagonista del classico gesto dell’ombrello nei confronti di Martinez, difensore dell’Athletic Bilbao.

Grandi festeggiamenti in casa Real Madrid per il ritorno al successo nel campionato spagnolo, obiettivo conquistato mettendo fine alla serie di successi dei rivali del Barcellona, guidati per le ultime partite da Josep Guardiola.

Commenti

commenti