Juventus – Roma 4-0 – il video dei gol e delle migliori azioni

La Juventus vola e passeggia su quel che resta della Roma di Luis Enrique. Il tecnico spagnolo vorrebbe portare un calcio diverso in Italia, un calcio basato sul possesso di palla e sulla classe, ma quando non si hanno Iniesta e Xavi il tutto risulta assai difficile. Antonio Conte usa un calcio fisico, fatto di corsa, polmoni e forza. La Juve all’8′ del primo tempo era già 2-0 con doppietta di Vidal, quel Vidal che molti credevano fosse solo un rimpiazzo di centrocampo. Vidal è capitan uncino, un giocatore che ruba palloni e l’avversario di turno non se ne accorge nemmeno. Vidal è il guerriero messo in mezzo tra Andrea Pirlo e Claudio Marchisio, due che hanno piedi buoni e cervello.

Ma la Juve è anche Paolo De Ceglie che decide finalmente di diventare grande, la Juve di Lichtsteiner che imitia Totti e mostra il 4 a Lamela e si becca uno sputo sulla spalla. È una Juve diversa, una Juve che si è ritrovata grande, grandissima, imbattuta e bella. Una Juve che non ha bisogno di rigori, infatti Pirlo lo sbaglia per poi segnare sulla ribattuta, una Juve che ha la voglia negli occhi, una voglia di prendersi il 30° scudetto, pardon 28°

Una piccola nota a margine, la Roma piace, piace l’idea di Luis Enrique, piace l’idea di una squadra giovane, piace anche il modo di parlare e di esprimere il calcio del tecnico, quello che non piace sono gli interpreti. De Rossi ad esempio non si può vedere al centro della difesa, c’è tempo per farlo arretrare. Restiamo convinti che se Luis Enrique verrà lasciato tranquillo potrà esprimere un ottimo calcio, non oggi ma in futuro si.

http://youtu.be/lyKrQiZEifY

Commenti

commenti