Parma: sprint salvezza. Il Napoli rivede il terzo posto

Succoso sabato di anticipi, con uno scontro diretto importante per la salvezza, Parma – Cagliari, stravinto dai ducali e tre squadre impegnate nella ricerca di un posto in Europa. L’Udinese fallisce il provvisorio aggancio al terzo posto, pareggiando a Chievo e ringraziando un super Handanovic, che para anche un rigore; il Napoli supera, dopo qualche affanno iniziale e grazie a due regali dei piemontesi, un Novara ormai rassegnato, mentre il Catania continua la sua rincorsa all’Europa League, facendo tremare l’Atalanta che deve aspettare i risultati di oggi per scoprire se e quanto dovrà ancora soffrire per conquistarsi una meritata salvezza.

CATANIA – ATALANTA 2-0  (Gomez, Seymour)

Il Catania prova a cullare più a lungo possibile il sogno europeo e questa vittoria gli consentirà di farlo ancora almeno per qualche partita. Brutta sconfitta per l’Atalanta, che deve ricominciare seriamente a guardarsi le spalle. Etnei subito pimpanti, spaventano la difesa bergamasca con un paio di incursioni, l’Atalanta si vede solo una volta con percussione di Schelotto e cross impreciso. Il vantaggio catanese arriva con una prodezza di Gomez, che infila Consigli con un destro chirurgico da trenta metri che si spegne nell’angolo sinistro della porta atalantina (31’). Catania subito di nuovo pericoloso con Bergessio, che conclude a lato una grande azione Lodi – Seymour, mentre l’Atalanta ci prova con Gabbiadini su punizione: alto. I padroni di casa prendono anche un palo, con Legrottaglie di testa. Anche nella ripresa è un monologo rossoazzurro e il gol del 2-0 arriva al termine di un’azione confusa, con un Consigli non proprio perfetto e Seymour che appoggia in rete su passaggio di Catellani (85’).

I MIGLIORI: Terracciano, Gomez, Lodi, Seymour, Catellani; Lucchini, Bonaventura

I PEGGIORI: Lanzafame, Bergessio; Consigli, Carmona, Schelotto, Gabbiadini

 

CHIEVO – UDINESE                 0-0

Il pareggio può star bene al Chievo, che continua la sua marcia tranquilla verso la salvezza, ma anche all’Udinese che seppure fallisce l’aggancio, provvisorio, al terzo posto, può accontentarsi visto come si era messa la gara. I gialloblu sono infatti decisamente più pericolosi con Bradley, Handanovic devia sul palo, Paloschi e soprattutto con l’occasionissima conquistata da Thereau: calcio di rigore per fallo del portiere sloveno. Dal dischetto però super Handanovic rimedia parando il tiro del francese. L’Udinese è tutto o quasi in una punizione di Di Natale neutralizzata da Sorrentino, mentre il Chievo dà modo ancora una volta ad Handanovic di mettersi in mostra con un tiro di Cruzado. Finisce zero a zero.

I MIGLIORI: Sorrentino, Acerbi, Bradley, Cruzado; Handanovic, Danilo, Asamoah

I PEGGIORI: Thereau, Paloschi; Pazienza, Fernandes, Armero, Benatia, Coda, Barreto

 

NAPOLI – NOVARA                  2-0 (Cavani, Cannavaro)

Il Napoli torna a correre ma senza entusiasmare nella gara interna contro il Novara. Dopo oltre dieci minuti di stop per un infortunio all’arbitro Doveri, Napoli vicino al vantaggio sull’asse Maggio – Cavani che conclude fuori da pochi passi. Poi il Novara prova a reagire con un’incursione di Porcari, anticipato in uscita da De Sanctis. Azzurri vicinissimi al gol con Maggio che impatta di testa su angolo di Dzemaili, ma Gemiti salva d’istinto sulla linea. La rete del vantaggio arriva invece su regalo di Fontana che svirgola il rinvio su retropassaggio di Radovanovic, Dzemaili intercetta e serve il liberissimo Cavani che non ha difficoltà ad appoggiare in rete (27’). Il 2-0 che chiude i giochi arriva dopo una corta respinta di Fontana su diagonale di Cavani, Cannavaro è ben appostato e non sbaglia (37’). Nella ripresa il Novara ci prova con Jensen, il Napoli risponde con Dzemaili, bravo Fontana, Cavani, tre volte, ancora Dzemaili e Hamsik, ma il risultato non cambia più. In classifica, il Napoli prova a rilanciarsi per il terzo posto, ma il traguardo rimane difficilissimo. Novara praticamente in serie B.

I MIGLIORI: De Sanctis, Cannavaro, Dzemaili, Cavani; Gemiti, Pesce, Caracciolo

I PEGGIORI: Campagnaro, Vargas; Fontana, Morganella, Radovanovic, Mascara

 

PARMA – CAGLIARI                3-0 (Giovinco, Floccari(rig), Okaka(rig))

Sprint salvezza per il Parma, nello scontro diretto contro il Cagliari. Bruttissima prestazione dei sardi, invece, che ora rischiano seriamente di venire risucchiati in zona retrocessione. Il Parma ha subito una grande occasione per Giovinco, che salta pure Agazzi ma conclude alto. Anche il Cagliari ha la sua grande occasione con Pinilla, ma Mirante è strepitoso, poi la Formica Atomica si rifà calciando in rete una punizione dal limite (24’). Nella ripresa i ducali vanno vicini al raddoppio con Floccari e Giovinco, poi chiudono i conti con due rigori: il primo trasformato da Floccari per fallo di Nainggolan su Jonathan (73’), il secondo con Okaka, per fallo da lui stesso conquistato (90’).

I MIGLIORI: Mirante, Valdes, Giovinco, Floccari, Okaka; Pinilla

I PEGGIORI: Galloppa; Agazzi, Astori, Ibarbo, T. Ribeiro

 

 

Commenti

commenti