GP Bahrein: si infiammano le proteste. Non le Rosse

Scontri, lancio di molotov, lacrimogeni della polizia, proiettili di gomma: tutto questo ancora oggi, poco prima delle prove libere e fuori dalle telecamere che riprendono il circuito di Sakhir. Proteste che prendono come pretesto un evento sportivo per ottenere il massimo della visibilità mediatica.

Così è in Bahrein: prima cancellato, poi reintrodotto quest’anno. Ma sarebbe bastato ricordare che qui nel 2011 il Gp fu cancellato a causa dei gravissimi disordini di piazza che hanno portato a una quarantina di morti e a vari feriti, oltre a danni ancora visibili a monumenti della città.

Proteste che in Bahrein continueranno e saranno “I tre giorni della rabbia” nei propositi del movimento di contestazione. In un centinaia si sono ritrovati di fronte agli ingressi dei villaggi sciiti vicino a Manama e hanno cominciato ad inneggiare contro il regime. Intanto l’auspicio del principe Salman Bin Hamad Al Khalifa, primogenito del Re del Bahrain, che aveva invitato a far vincere lo Stato più che un partito, non ha avuto alcun effetto sperato e la situazione potrebbe di nuovo infiammarsi.

Intanto, sportivamente, il GP di Bahrein parte male per le rosse Ferrari. Nelle prime prove libere, che lasceranno il posto alla “preghiera del venerdì” e prima delle qualifiche di domani delle 13.00, deludenti i riscontri su una pista da sempre favorevole alle Ferrari e solo lo stesso Fernando Alonso ha già vinto qui 3 volte.

La Ferrari, giocoforza, stanno preparando il loro weekend sulla difensiva, aspettando, finalmente tornata in Europa, di mettere appunto importanti modifiche e così, forse chissà, fare quel salto che Alonso dice di essere vicinissimo, molto di più della passata stagione e con un divario nettamente inferiore. Prove libere a parte dunque, (per la cronaca Alonso tredicesimo, Massa quindicesimo) è lo stesso Felipe Massa ad augurarsi di disputare la gara più bella dall’inizio della stagione e da qui in poi, di crescere con costanza.

Domani le qualifiche saranno trasmesse alle 13.00 su Raidue. Mentre la gara si disputerà domenica alle 14.’00 con diretta su Raiuno.

Ecco la Classifica ultra farcita di campioni del Mondo e ancora molto corta:

1. Hamilton 45
2. Button 43
3. Alonso 37
4. Webber 36
5. Vettel 28
6.Rosberg 25

Commenti

commenti