Fantacalcio: i consigli per la 33° giornata

Sempre meno partite al termine e, quindi, ogni giornata può rivelarsi decisiva in ottica scudetto, Champions, Europa League e retrocessione. A cominciare dalla sfida al vertice, il Milan ospita un Genoa che naviga in cattive acque e non può permettersi passi falsi, mentre la Juventus fa visita ad un Cesena spacciato ma orgoglioso e con un Adrian Mutu ritrovato. La lotta al terzo posto vede la Lazio di uno Stefano Mauri sempre più decisivo in casa del Novara ma sarà squalificato quindi non può essere schierato, il Napoli a Lecce, con la squadra di Serse Cosmi che è oggi tra le più in forma del campionato, e poi c’è lo scontro diretto Udinese – Inter. Molto, qui, dipenderà dai singoli: Diego Milito è in forma strepitosa, Totò Di Natale non altrettanto. Insegue il terzo posto anche la Roma di Pablo Daniel Osvaldo e Francesco Totti, ma la gara interna contro la Fiorentina nasconde qualche insidia. In ottica salvezza, chi vince nelle sfide tra Atalanta e Chievo e Siena e Bologna, può forse definirsi virtualmente salvo. Cagliari e Parma cercano invece di tenere il terz’ultimo posto a distanza di sicurezza, rispettivamente contro Catania e Palermo.

ATALANTA – CHIEVO

Squadre in buona salute che cercano quanto prima di raggiungere una salvezza di cui manca solo la matematica certezza.

I bergamaschi appena ritrovato Denis, lo hanno già perso per squalifica, ma Gabbiadini è una bella promessa e Moralez sembra in crescita; sempre affidabili inoltre Consigli, Peluso e Cigarini; occhio alle sorprese Bonaventura e Carmona; fuori Bellini, Lucchini e Stendardo.

Nel Chievo manca Pellissier, ma la coppia Paloschi-Thereau dà buone garanzie; ok anche Sorrentino, Andreolli e Bradley; no Dainelli, Frey, Jokic e Cruzado.

ATALANTA: SI: Gabbiadini  NO: Bellini  SORPRESA: Bonaventura

CHIEVO: SI: Paloschi  NO: Jokic  SORPRESA: Andreolli

CAGLIARI – CATANIA

Il Cagliari, dopo la sconfitta di Bologna, deve tornare a vincere, sennò la situazione potrebbe farsi complicata.

Importante il rientro di Pinilla, quando sta bene il gol è nell’aria; in mezzo l’unico affidabile ci pare Nainggolan, dietro bene Agazzi e Astori; dubbi su Cossu e Thiago Ribeiro, fuori Canini, Pisano, Ekdal.

Nel Catania, Bergessio in discreta forma, crescono anche Gomez e Barrientos, un po’ in calo invece Lodi, ma sulle punizioni è sempre pericoloso e i rigori sono suoi; bene Legrottaglie, no Kosicky, Motta, Spolli e Seymour.

CAGLIARI:  SI: Pinilla  NO: Canini  SORPRESA: Astori

CATANIA:  SI: Bergessio  NO: Kosicky  SORPRESA: Barrientos

CESENA – JUVENTUS

Cesena non dovrebbe rappresentare per la Juve un grosso ostacolo nella corsa scudetto, anche se ai romagnoli va riconosciuto il merito di non aver ancora mollato e di vendere cara la pelle.

Tra i padroni di casa, Del Nero e il ritrovato Mutu tra i più pimpanti, con Santana e Rodriguez possibili rischi e Ceccarelli sorpresa; meglio evitare Antonioli, Von Bergen, Lauro, Arrigoni, Djokovic e pure Malonga.

Nella Juve Lichtsteiner, Barzagli, Pirlo e ultimamente Chiellini e Vidal sono diventati sinonimi di affidabilità; pure Buffon potrebbe uscire indenne dalla sfida; davanti preferiamo Matri a Vucinic e Quagliarella; fuori per precauzione Bonucci, Marchisio, un po’ in calo, e De Ceglie.

CESENA:  SI: Mutu  NO: Antonioli  SORPRESA: Ceccarelli

JUVENTUS:  SI: Pirlo  NO: Marchisio  SORPRESA: Buffon

LECCE – NAPOLI

Il Lecce corre che è una meraviglia, se ci aggiungiamo che il Napoli, al contrario, è in un momento decisamente negativo, ecco che potrebbe scapparci qualche sorpresa.

Nei salentini, Di Michele – Muriel è una coppia pericolosa per chiunque, con Giacomazzi possibile rifinitore e Benassi e Miglionico possibili sorprese dietro, anche se i tenori del Napoli fanno paura; fuori Oddo, Tomovic, Bertolacci e Brivio.

Nel Napoli, con Lavezzi si va, quasi, sul sicuro, mentre con Cavani e Hamsik c’è qualche dubbio in più; in mezzo rischieremmo uno tra Gargano e Inler; difesa da evitare, soprattutto De Sanctis, Campagnaro, Zuniga e Dossena.

LECCE: SI: Di Michele  NO: Tomovic  SORPRESA: Benassi

NAPOLI:  SI: Lavezzi  NO: De Sanctis  SORPRESA: Hamsik

MILAN – GENOA

Il Milan non può permettersi passi falsi nella sfida a distanza con la Juve, ma il Genoa rischia addirittura la B e potrebbe rivelarsi avversario scomodo.

Nel Milan, si va sempre sui soliti: Ibrahimovic, Nocerino, Abbiati; potrebbe valere una scommessina pure Muntari, Emanuelson ed El Shaarawy; non ci fidiamo di Yepes, Nesta, Antonini e Van Bommel.

Nel Genoa, pochi punti fermi: Frey (ma ve la sentite  di rischiarlo?), Rossi e Palacio; come sorprese indichiamo Veloso e Sculli; Ze Eduardo possibile titolare ma non convince; fuori la difesa e soprattutto Mesto, Carvalho e Bovo.

MILAN: SI: Ibrahimovic  NO: Nesta  SORPRESA: Muntari

GENOA:  SI: Palacio  NO: Carvalho  SORPRESA: Sculli

NOVARA – LAZIO

La Lazio deve ripartire nella sua corsa al terzo posto e in casa di un Novara ormai rassegnato i tre punti non sembrano impresa impossibile.

Le armi dei piemontesi sono Rigoni e Caracciolo, magari con Lisuzzo, Gemiti e Radovanovic sorprese; no Fontana, Centurioni, Paci, Porcari e Pesce.

Nella Lazio, Mauri e Marchetti tra i più in forma, poi Ledesma e Gonzalez, sempre affidabili; sorprese Diakite, Candreva ed Hernanes; no Biava, Garrido, Cana e Matuzalem.

NOVARA:  SI: Rigoni  NO: Fontana  SORPRESA: Radovanovic

LAZIO:  SI: Mauri Gonzalez  NO: Biava  SORPRESA: Marchetti

PALERMO – PARMA

Palermo senza grossi obiettivi di classifica, ma in casa è difficile da battere per chiunque; il Parma cerca punti per la salvezza.

Nei rosanero, dopo il turno di riposo Miccoli torna il pericolo numero uno per la difesa ducale; ok anche Viviano, Donati, Barreto ed Hernandez; difesa a rischio, anche se ultimamente non ha deluso, meglio evitare Munoz e Mantovani, oltre a Della Rocca e Bacinovic.

Nel Parma, Giovinco non si discute, ma cresce anche Floccari; Mirante, Paletta, Biabiany e Valdes possono riservare soddisfazioni; non crediamo così per Lucarelli, Valiani, Galloppa e Gobbi.

PALERMO: SI: Miccoli  NO: Della Rocca  SORPRESA: Donati

PARMA:  SI: Giovinco  NO: Gobbi  SORPRESA: Biabiany

ROMA – FIORENTINA

Trasferta tremenda per la Fiorentina, che cerca punti salvezza in casa di una Roma lanciata verso il terzo posto.

Tra i giallorossi, Osvaldo sempre più indispensabili, ma anche i vari Lamela, Totti, Bojan, Marquinho e Pjanic hanno dimostrato di sapersi rendere pericolosi; i problemi, si sa, sono dietro, quindi fuori Stekelenburg, Taddei, Jose Angel, Kjaer e anche De Rossi.

Nella Fiorentina, Jovetic è il punto di riferimento, ma potrebbe essere la partita anche di Montolivo e Behrami; Ljajic non convince, ancora meno Lazzari; lasciate perdere Boruc e i difensori, al massimo rischiate Natali che è il più pericoloso anche in avanti.

ROMA: SI: Osvaldo  NO: Stekelenburg  SORPRESA: Lamela

FIORENTINA:  SI: Jovetic  NO: Lazzari  SORPRESA: De Silvestri

SIENA – BOLOGNA

Delicatissima sfida salvezza, chi vince potrebbe definirsi ormai al sicuro.

Nei toscani, Destro è il pericolo numero uno, magari con il supporto di Brienza; in difesa diciamo Rossettini, in mezzo Gazzi, su Larrondo abbiamo qualche dubbio; no Vitiello, Del Grosso, Vergassola, Giorgi; verificate se gioca D’Agostino, in caso mettetelo.

Nel Bologna, torna Di Vaio, insieme a Diamanti da schierare; ok anche Ramirez se torna, poi Gillet e Raggi; fuori Cherubin, Morleo, Pulzetti e anche Acquafresca non convince.

SIENA: SI: Destro  NO: Vitiello  SORPRESA: Brkic

BOLOGNA:  SI: Diamanti  NO: Cherubin  SORPRESA: Gillet

UDINESE – INTER

Big match di giornata e dal risultato assolutamente incerto considerata la crescita recente dell’Inter.

L’Udinese è un po’ in calo, anche nei suoi uomini chiave come Di Natale, Asamoah, Armero e Danilo; meglio Handanovic, ma la difesa non lo aiuta; come sorpresa potreste provare uno tra Barreto e Torje, non Abdi; fuori anche Coda, Pereyra e Pazienza.

Nell’Inter, super Milito, ma anche Zanetti, Obi e Zarate stanno bene; la difesa è il reparto più debole e l’assenza di Samuel non aiuta, evitate; sorpresa Alvarez?

UDINESE:  SI: Di Natale  NO: Coda  SORPRESA: Handanovic

INTER:  SI: Milito  NO: Chivu  SORPRESA: Zarate

Commenti

commenti