Cassano ha l’ok: può tornare a giocare

Antonio Cassano è nuovamente idoneo a svolgere attività sportiva a livello agonistico. Cinque mesi dopo l’intervento al cuore per chiudere il forame ovale pervio, responsabile dell’ictus ischemico al ritorno dalla trasferta di Roma di fine ottobre.

Ora ricomincerà ad allenarsi con il suo Milan, a testare la sua condizione dopo tanti mesi di inattività. Anche se ha già annunciato di aver perso altri 4 kg (su ordine di Allegri) per avere sin da subito la condizione migliore. Oggi la prima seduta di allenamento con i compagni / reduci dalla partita di ieri sera al Camp Nou contro il Barcellona. Ma c’è tuttavia da sorridere. Non certo per la sconfitta e l’uscita dalla Champions, ma per la prova, nei confronti della vita e della sorte, che Antonio ha superato.

In fondo, il vuoto lo aveva lasciato e lo aspettano tutti: nel campionato italiano c’è sempre bisogno di genio e sregolatezza “all’italiana”. E di un bomber in più, magari da portare ai prossimi campionati europei di calcio. Ecco perché anche Prandelli, sorride.

Commenti

commenti