Anziana suicida per pensione ridotta

Gela- Una depressione per motivi economici culminata nel suicidio. 200 euro in meno fanno la differenza quando così si percepiscono solo 600 euro al mese. Una donna di 78 anni si è buttata dal quarto piano di Via Amicare a Gela, in provincia di Caltanissetta.

12 metri che hanno posto fine a un’esistenza non più sopportabile per l’anziana, che ha deciso di lanciarsi nel vuoto.

La Costituzione considera la libertà come dignità, la dignità collegata all’idea di una vita libera che permetta all’individuo di autodeterminarsi. Ma forse questi sono solo principi costituzionali, e la realtà è ben altro.

La riforma del lavoro, la riforma pensionistica, lo spread, i mercati, gli azionisti, l’economia: questi ormai sono gli elementi che regnano le nostre vite e il nostro futuro? Io non ci sto!

Fonte: http://www.agi.it/in-primo-piano/notizie/201204031840-ipp-rt10240-le_riducono_la_pensione_si_uccide_sconvolta_dall_ingiustizia

Commenti

commenti