Fantacalcio: i consigli per la 30° giornata

La trentesima giornata offre un gustoso Juventus – Napoli, con la squadra di Antonio Conte impegnata nella sfida a distanza con la capolista Milan, che andrà sul difficile campo del Catania di Vincenzo Montella. Grande attesa e curiosità per la nuova Inter di Andrea Stramaccioni, che in casa contro il Genoa sembra intenzionato a puntare sul 4-3-3 con Fredy Guarin titolare dall’inizio insieme al rispolverato Mauro Zarate. Per il terzo posto si segnalano anche ParmaLazio, Siena – Udinese e Roma – Novara, dove la differenza la potrebbero fare non solo i campioni delle squadre di alta classifica, ma anche la fame di punti delle piccole in lotta salvezza. Nei bassifondi della classifica, interessantissime anche Lecce – Cesena, quasi un’ultima chance per la squadra di Serse Cosmi, e Fiorentina – Chievo. Chiudono il quadro due sfide di metà classifica, o quasi, come Bologna – Palermo e Cagliari – Atalanta, con le prime due alla ricerca della virtuale definitiva salvezza.

 

BOLOGNA – PALERMO

Bologna e Palermo cercano punti per la tranquillità, potrebbe uscirne un pareggio.

Nel Bologna avanti con Di Vaio e Diamanti, i più pericolosi, magari con Ramirez e Gillet sorprese; ok anche Sorensen e Taider, fuori Pulzetti e Morleo.

Nei rosanero, Miccoli punto fermo, anche se in trasferta rende meno come tutta la squadra; non rischiamo Viviano, Munoz, Pisano; dentro anche Barreto e Hernandez.

BOLOGNA: SI: Di Vaio  NO: Morleo  SORPRESA: Diamanti

PALERMO: SI: Miccoli  NO: Munoz  SORPRESA: Hernandez

 

CAGLIARI – ATALANTA

Atalanta virtualmente salva, il Cagliari no e per questo ci aspettiamo un atteggiamento arrembante dei padroni di casa.

Nel Cagliari, la spina dorsale è composta da Agazzi, Astori, Conti e Nainggolan, Cossu e Pinilla, giocatori su cui si può contare sempre; tra le sorprese, occhio a Ribeiro e Agostini; meno affidabili Pisano, Canini, Ekdal.

Nell’Atalanta, Gabbiadini va messo, così come Cigarini e un Manfredini che sembra in forma; Moralez e Consigli sorprese, ma occhio pure a Tiribocchi; no Carmona e Raimondi, nonostante l’ultima buona prova del secondo.

CAGLIARI:  SI: Pinilla  NO: Canini  SORPRESA: Agazzi

ATALANTA:  SI: Gabbiadini  NO: Carmona  SORPRESA: Cigarini

 

CATANIA – MILAN

Trasferta insidiosa per la capolista, che deve smaltire la stanchezza della gara di Champions contro il Barcellona per tenere a bada la Juve.

Gli etnei punteranno sulla velocità di Gomez e sulla concretezza di Bergessio, supportati magari da Lodi e Almiron; dietro Carrizo e Legrottaglie ok, ma contro i rossoneri è sempre un rischio; Barrientos un po’ appannato.

Nel Milan andiamo sicuri, e come potremmo non farlo, su Ibrahimovic e Nocerino; ma ci attirano pure El Shaarawy ed Emanuelson; dubbi Bonera – Mexes, no Antonini, Zambrotta e Aquilani, se torna Abate meglio.

CATANIA:  SI: Bergessio  NO: Motta  SORPRESA: Almiron

MILAN:  SI: Ibrahimovic  NO: Zambrotta  SORPRESA: El Shaarawy

 

FIORENTINA – CHIEVO

La Fiorentina ha disperato bisogno di punti e deve approfittare di un turno abbordabile per allontanarsi dalla zona retrocessione, anche se il Chievo è squadra ostica.

Nei Viola, dopo il rientro, ci attendiamo la crescita di Jovetic e confermeremmo pure Montolivo, Behrami, Vargas e Amauri; difesa col punto interrogativo, ma Natali e Boruc si possono rischiare; no Marchionni, Gamberini e Cassani.

Nel Chievo, Bradley e Thereau, con Sorrentino e Andreolli sorprese; no Frey, Luciano e Rigoni.

FIORENTINA: SI: Jovetic  NO: Cassani  SORPRESA: Vargas

CHIEVO:  SI: Thereau  NO: Rigoni  SORPRESA: Sorrentino

 

INTER – GENOA

Grande attesa per l’esordio di Stramaccioni sulla panchina interista. L’ex tecnico della Primavera sembra voler puntare su un 4-3-3 che non ci convince però per le caratteristiche dei giocatori nerazzurri. Inoltre di fronte c’è un Genoa ferito e incredulo di dover lottare per salvarsi.

Nell’Inter, Milito sarà il punto di riferimento offensivo ed è forse l’attaccante più in forma; anche Samuel è una certezza; ci intrigano Poli e Guarin; tanti dubbi su Zarate, Forlan, Nagatomo e Lucio (o Ranocchia).

Nel Genoa, Palacio è l’uomo in più, mentre per Gilardino prevediamo una giornata difficile; meglio allora Veloso e uno tra Belluschi e Jorquera; difesa ad alto rischio, Frey sarebbe una sorpresissima, Mesto, Carvalho e Moretti da lasciar fuori.

INTER: SI: Milito  NO: Nagatomo  SORPRESA: Guarin

GENOA:  SI: Palacio  NO: Mesto  SORPRESA: Belluschi

 

JUVENTUS – NAPOLI

Ennesimo esame di maturità per la Juve, contro un Napoli in forma. Difficile però ipotizzare una vittoria azzurra in casa di una squadra tuttora imbattuta.

Nella Juve, Pirlo, Buffon, Lichtsteiner e Barzagli sono i giocatori col rendimento più costante; per Vucinic e Matri molto dipende dalla giornata; in crescita anche Marchisio e Caceres; fuori Bonucci, Chiellini e De Ceglie.

Nel Napoli, Cavani e Lavezzi i pericoli numero uno, mentre Hamsik quest’anno è meno devastante che in passato; in mezzo, sembrano in forma Inler e Gargano e Maggio può sempre rendersi pericoloso; i dubbi sono dietro dove Campagnaro, Aronica e Cannavaro non danno le giuste garanzie.

JUVENTUS: SI: Pirlo  NO: Bonucci  SORPRESA: Marchisio

NAPOLI:  SI: Cavani  NO: Campagnaro  SORPRESA: Maggio

 

LECCE – CESENA

Per il Lecce una gara da vincere se si vuole continuare a sperare nella salvezza, contro un Cesena ormai spacciato.

Cosmi si affiderà alla coppia gol Muriel – Di Michele, magari con gli inserimenti di Bertolacci, Giacomazzi e Cuadrado; rischiamo anche Benassi e Oddo, non Miglionico, Tomovic, Delvecchio e Blasi.

Nel Cesena, provate con Mutu, Del Nero, Martinho e Santana, gli unici secondo noi che possono inventarsi qualcosa; Malonga sciagurato sotto porta; dietro evitiamo Antonioli, che però potreste giocarvi come sorpresa, Comotto, Lauro e Moras; fuori anche Colucci.

LECCE: SI: Di Michele  NO: Blasi  SORPRESA: Muriel

CESENA:  SI: Del Nero  NO: Lauro  SORPRESA: Santana

 

PARMA – LAZIO

Il Parma non riesce a togliersi dal quart’ultimo posto, ma la Lazio insegue la terza posizione, quindi ci attendiamo una partita tosta.

Nel Parma i valori aggiunti sono Giovinco, Floccari e Biabiany; dietro diciamo Paletta, tra i più in forma, in mezzo forse Valdes; no Zaccardo, Lucarelli, Morrone e Musacci.

Nella Lazio, senza Klose, speranze affidate a capitan Rocchi e al giovane Alfaro, anche se noi preferiamo Kozak; in mezzo Ledesma garanzia assoluta, mentre Hernanes e Mauri sono altri giocatori da bonus; fuori Biava, Dias e Matuzalem.

PARMA: SI: Giovinco  NO: Zaccardo  SORPRESA: Floccari

LAZIO:  SI: Hernanes  NO: Biava  SORPRESA: Rocchi

 

ROMA – NOVARA

Il Novara si gioca le ultime chance salvezza su un campo terribile, quello di una Roma che crede ancora nel terzo posto.

Tra i giallorossi, Borini e Lamela decisamente meglio di Totti, anche se al capitano è difficile rinunciare; ok anche De Rossi e Marquinho, con Kjaer e Bojan sorprese; no Taddei, Jose Angel, Simplicio.

Nel Novara, senza Rigoni è durissima; provate Caracciolo e Porcari; dietro Lisuzzo e Garcia non male, ma contro la Roma…; no Ujkani, non si sa mai, Morgangella, Gemiti e Radovanovic.

ROMA: SI: Osvaldo  NO: Simplicio  SORPRESA: Marquinho

NOVARA:  SI: Caracciolo  NO: Gemiti  SORPRESA: Porcari

 

SIENA – UDINESE

Il Siena cerca lo scatto decisivo per la salvezza, mentre l’Udinese, un po’ in calo, non vuole perdere contatto con il terzo posto.

Tra i toscani, Destro, Brienza e in seconda battuta Pegolo e Rossettini ci sembrano i giocatori in grado di cambiare il match; no Vitiello, Terzi, Parravicini e Giorgi.

Nell’Udinese, oltre a Di Natale, Danilo e Asamoah i giocatori dal rendimento sicuro; la  sorpresa Pereyra, Torje, Handanovic e Armero gli altri; no Coda, Pazienza e Abdi.

SIENA:  SI: Destro  NO: Terzi  SORPRESA: Brienza

UDINESE:  SI: Di Natale  NO: Abdi  SORPRESA: Pereyra

 

Commenti

commenti