David Letterman Show in chiaro su Rai 5

Comicità, ironia pungente, ospiti illustri e ottima musica: gli ingredienti che hanno fatto grande il David Letterman Show

Da martedì 27 marzo scorso grazie a Rai 5 è arrivato, per la prima volta in Italia sulla TV in chiaro, uno dei più celebri talk show di tutti i tempi: il “David Letterman Show”. In onda dal martedì al sabato alle 23.00 in prima trasmissione e, in replica, alle 07.30  e alle 14.30 del giorno successivo.
Il programma è registrato nell’Ed Sullivan Theater di Broadway, a New York. La nuova edizione va in onda sulla CBS dal lunedì al giovedì, in seconda serata. Rai 5 lo propone con leggera differita, a 16 ore cioè, dalla messa in onda americana.

Il David Letterman Show è nato nel 1993 ed è conosciuto anche col suo titolo originale Late Show è un talk show statunitense presentato e prodotto da David Letterman con la partecipazione del musicista Paul Shaffer e dalla CBS Orchestra. È un programma molto irriverente, goliardico, che si basa su alcuni concetti strettamente americani espressi dal più noto dei conduttori, sempre pungente e, a suo modo, ironico. Ma spesso le battute sono riferite strettamente al circuito mediatico americano e possono risultano difficili da contestualizzare o cogliere pienamente.

La stessa cosa si potrebbe dire per la lingua: ben fa la rai a trasmettere programmi originali con i sottotitoli in italiano. Ma per imparare meglio l’inglese, meglio farlo guardando un buon film e non di certo ascoltando David Letterman che è letter-almente una macchinetta che piazza battute, doppi sensi e giochi di parole a raffica.

Sulla famosa poltrona dove è solito far accomodare i suoi ospiti, sono davvero tanti i personaggi illustri che si sono avvicendati negli anni: da Madonna, a Courtney Love che mostrò più volte le sue grazie al conduttore e poi Paul McCartney, Drew Barrimore, Farah Fawcett, Oprah Winfrey, il Presidente Obama, George Clooney e tanti, tanti altri.

Ci andò anche il nostro Roberto Benigni (in realtà due volte: la prima nel 1986 e poi nel 1998 dopo l’uscita del suo film “La vita è bella”) in un indimenticabile siparietto rintracciabile You Tube. Battute anche in inglese, perché la comicità, quando è così elevata, non ha certo barriere che risultano invalicabili.

Satira, politica, costume e società, musica con artisti che in Italia ci vengono, quando va bene, strapagati e giusto sotto Sanremo. Per intenderci mercoledì gli ospiti sono stati i “Train”.

Se a qualcuno fosse venuta almeno la curiosità di dargli un’occhiata, tanto meglio. Un’occasione almeno per farsi un’idea di che cosa siano i talk show oltre oceano, là, dove sono nati.

Commenti

commenti