Il Milan vince, la Juve risponde. 2-0 all’Inter

La Juventus batte l’inter 2 a 0 a Torino con una partita giocata sul fisico e i nervi. Dopo un primo tempo mediocre, con un paio di occasioni da gol a testa, la squadra di Conte ha mantenuto un ritmo da grande ed alla formazione di Ranieri non è bastata una difesa ben schierata ed un gioco semplice e concreto per strappare un risultato nel “Derby D’Italia”.

Nelle fila dell’Inter per tutto il primo tempo Milito si dimostra il più pericoloso per poi sparire nella seconda frazione di gara.

Il neo acquisto Caceres fa il bello e cattivo tempo sulla fascia con inserimenti e giocate di grande velocità, aiutato dalla sbadataggine dei nerazzurri che in più di un’occasione, tra cui quella del gol, lo lasciano completamente solo in area di rigore.

La trovata che cambia la partita ce l’ha Conte, che all’inizio del secondo tempo inserisce Del Piero e Bonucci, opta per un aggressivo 3-5-2 che genera occasioni da gol a raffica.

È del terzino uruguagio la rete che apre le marcature, da un corner di Pirlo, Caceres tutto solo non deve fare altro che infilare la palla di testa battendo un incolpevole Julio Cesar.

Il secondo gol nasce da un clamoroso gol sbagliato di Vucinic, mai entrato in partita, Vidal riesce a recuperare la palla respinta da Julio Cesar e con un passaggio millimetrico spalanca la porta al cyborg Del Piero da poco entrato che con in suoi 37 anni di glaciale freddezza infilza il portiere nerazzurro per il 2 a 0.

Da notare la prestazione eccezionale di Buffon che con parate degne di lui riesce a salvare il risultato e tenere la Juventus a 4 punti dal Milan.

La fase cruciale della stagione è cominciata, uno sprint scudetto come non ne affrontava da anni attende la Vecchia Signora che se vuole stare alle costole del Diavolo dovrà mantenere i nervi saldi come stasera e non lasciarsi intimorire né dal calendario né dalla classifica e giocare come ha fatto oggi, cioè come chi non ha nulla da perdere e può rischiare di usare la difesa a 3 contro l’Inter pur di portare a casa i 3 punti.

Il Milan avrà match sfibranti, Barcellona su tutti, ma può contare sull’immenso Ibrahimovich che in un modo o nell’altro sembra riuscire a risolvere la partita in qualsiasi momento come ieri, la Juventus avrà un calendario forse leggermente meno impegnativo ma per arrivare fino alla dovrà far sì che ci siano 11 giocatori come il Caceres di questa sera in campo, cioè instancabili, freddi, veloci e furbi.

Commenti

commenti