Squinzi nuovo presidente di Confindustria

Roma- Il successore di Emma Marcegaglia, alla guida di Confindustria, sarà Giorgio Squinzi, il quale ha commentato la sua “elezione” per pochi voti di scarto con l’altro candidato, Alberto Bombassei (82 preferenze), con ironia: “Ho fatto come Freire, ho vinto in volata”.

Squinzi ha commentato la propria elezione dichiarandosi come il Presidente “di tutti, indipendentemente dalle divisioni più apparenti che reali”.

Questo è un momento cruciale per gli industriali nel confronto del c.d. “scambio politico“, ossia le trattative con il Governo Monti, riguardo alla riforma del lavoro.

La Marcegaglia ha saputo gestire e commentare i difficili avvenimenti di questi anni così travagliati per la politica italiana, bacchettando le decisioni di un Berlusconi “troppo ottimista”, cercando il dialogo con le parti sociali e richiedendo la giusta responsabilità ai nostri politici per l‘interesse e per il futuro del Paese.

Montezemolo commenta l’elezione di Squinzi: “Ora bisogna remare tutti nella stessa direzione prendendo atto dei numeri emersi dal voto. Di fronte a una Confindustria che può sembrare dai numeri spaccata, si apre una grande possibilità e senso di responsabilità per guardare al futuro avendo come priorità l’unità di Confindustria”.

Commenti

commenti