Giacomo Scroccaro
18 marzo 2012

Martin Scorsese e Leonardo Dicaprio per The Wolf of Wall Street

Pinterest

La vera storia di Jordan Belfort, uno dei più grossi truffatori di Wall Street che ha visto la sua carriera di lestofante raggiungere il culmine tra gli anni ’80 e ’90 per poi culminare in una condanna per truffa nel 1998 sarà raccontata dal regista newyorkese alla quinta collaborazione con Dicaprio.

Lo stesso Belfort sembra essere uscito da un film di Scorsese, fondatore di una delle più importanti società di brokeraggio della grande mela dopo aver cominciato come telefonista nella LF Rothschild, ma anche personaggio dai mille eccessi tra droghe, raggiri, riciclaggio di denaro e sesso, finito dietro le sbarre per reati legati al manipolaggio del mercato azionario.

Per farci una vaga idea di chi sia Jordan Belfort basti pensare che a 31 anni il ragazzo era un agente di cambi multimilionario, capace di atterrare il proprio elicottero nel prato di casa pilotando con un occhio chiuso, in quanto era talmente bevuto da vedere doppio. La leggenda vuole che sia riuscito a fare affontare il suo yacht da 50 metri completo di aereo dopo aver tolto il timone dalle mani del capitano ed essersi diretto verso una tempesta nel bel mezzo del mediterraneo.

50 milioni di dollari l’anno era il suo guadagno e si vantava di essere riuscito a farne 12 milioni in 3 minuti una volta, tanto da spingere la mafia a mandare molti ragazzi a fare stage nella sua società per cercare di capire come avesse fatto.

La pellicola è tratta direttamente dalle sue memorie e per la sceneggiatura è stato incaricato Terence Winter, sceneggiatore ferrato in materia essendo scrittore per le serie televisive Boardwalk Empire e I Soprano.

Commenti

commenti

Cosa ne pensi?