Kony 2012: il video di youtube fa 72 milioni di visite

Negli ultimi giorni, esattamente dal 5 marzo, imperversa sul web il nome di Joseph Kony. Ma chi è quest’uomo e perché gli si sta dando ampio risalto?

Kony è un militare ugandese a capo dell’LRA (Lord’s Resistance Army), un gruppo di guerriglieri che dal 2006 cercano di dettare legge, secondo loro fondata sul libro del Signore (la Bibbia), mediante violente azioni militari. Ma considerato che, purtroppo, la storia c’insegna che sin dal medioevo le guerre religiose, le guerre basate sull’imposizione di una precisa teocrazia hanno portato a spargimenti di sangue terribili, mi viene quasi da dire che “fino a qua siamo ai limiti della normalità” (e questo la dice lunga sul mondo in cui viviamo)!
Le accuse più terribili di quest’uomo riguardano crimini contro l’umanità, omicidio, riduzione in schiavitù, schiavismo sessuale, stupro, maltrattamenti e attacchi intenzionali di civili, saccheggio, induzione allo stupro, rapimento e sfruttamento di bambini. Dal 1987 ad oggi si ritiene che Kony abbia rapito circa 20.000 bambini per renderli soldati o schiavi sessuali dei capi ribelli.
Il solo pensare che quest’uomo sia ancora in libertà è vergognoso. “Invisible Children” ha lanciato cosi una campagna affinché questo scempio possa finalmente arrivare ad un epilogo. Vi rimando al video caricato dall’associazione su YouTube che in questi 5 giorni ha raggiunto più di 72 milioni di visualizzazioni, sperando davvero che finalmente potrà essere scritta la parola FINE!

Commenti

commenti