NBA: Lakers ancora ko. Gallinari torna in campo

Il periodo negativo dei Los Angeles Lakers lontano dallo Staples Center non accenna a chiudersi, soprattutto a fronte del 13° ko esterno subito per mano dei Washington Wizards di Nick Young, vincenti al Verizon Center per 106-101.

Serata complicata per i californiani, inizialmente al comando del match con un vantaggio di 21 punti prima del tracollo, con Kobe Bryant protagonista con 30 punti messi a segno ma con un preoccupante 9/31 dal campo.

Ventidue minuti di gioco e 5 punti per la seconda partita di Danilo Gallinari dopo il rientro per l’infortunio che gli è costato, fra l’altro, anche l’ All Star Game, con i Denver Nuggets sconfitti per 99-100 dai Cleveland Cavaliers di Antawn Jamison (33).

I Chicago Bulls, con 30 punti di Derrick Rose, superano i Milwaukee Bucks con il risultato di 106-104 mentre i Miami Heat battono gli Atlanta Hawks con LeBron James (31) e Dwayne Wade.

I New Orleans Hornets di Marco Belinelli (11) incappano nel ko esterno in casa dei Sacramento Kings ed i Boston Celtic, Paul Pierce ne mette 16, scivolano contro i Philadelphia 76ers di Evan Turner (26) ed Andre Igoudala, con il risultato finale di 103-71, un parziale importante e pesante.

Russell Westbrook (31) trascina i suoi Oklahoma City Thunder nel successo per 115-104 ai danni dei Phoenix Suns, affiancato da Kevin Durant (30) e James Harden (30) mentre i Minnesota Timberwolves di Kevin Love (29) superano per 106-94 i Portland Trail Blazers di Raymond Felton (23).

Usciti sconfitti dal match contro i Dallas Mavericks, dopo esser tornati a contatto grazie alla panchina ed il crollo successivo materializzatosi con l’ingresso dei titolari, i New York Knicks di Mike D’Antoni perdono in casa dei San Antonio Spurs, Tony Parker segna 32 punti, con Carmelo Anthony tornato a segnare in maniera importante e Jeremy Lin ormai ufficialmente tornato sulla terra.

Commenti

commenti