Dj italiano contro Madonna: inneggia alla droga

Madonna, la regina indiscussa della musica Pop da almeno due decenni, è ormai avvezza alle polemiche che, più o meno volontariamente, scatena. L’ultima in ordine di tempo è stata sollevata niente meno che da un dj italiano, che accusa Madonna di inneggiare alla droga tramite il titolo del nuovo album della popstar: ‘MDNA’. Dj Aniceto, diventato celebre per le sue campagne antidroga tra i frequentatori delle discoteche, il titolo – nato dalla contrazione del nome Madonna – finirebbe per assomigliare eccessivamente a ‘MDMA’, la metanfetamina più comunemente conosciuta come Ecstasy. Il dj, membro della Consulta per le politiche antidroga a Palazzo Chigi, dichiara:

Madonna mi scandalizza: il titolo del suo ultimo album è un’offesa per tutte quelle famiglie che hanno avuto dei lutti e che lottano contro la grave piaga sociale della droga. Madonna ha toccato il fondo giocando con l’ambiguità sulla sigla del suo nome, ma a tutto c’è un limite!!! Ho inviato un’informativa alle autorità competenti ed auspico in un cambiamento del titolo. Spero in una veloce risposta. Ne ho parlato anche con l’ex sottosegretario Giovanardi, che ho incontrato, durante una puntata del Chiambretti Sunday Show ed è d’accordo con me. Nell’epoca dei social network, della condivisione digitale è un po’ difficile parlare di censura ma per far parlare di sé non si può pubblicizzare a livello mondiale la dannazione, la morte, l’immondizia. Di un’artista dovrebbe parlare la musica non la polemica di dubbio gusto. E Cadendo nel trash Madonna, in questo modo, ha rovinato tutto quello che ha fatto di buono artisticamente fino ad oggi. Mi rattrista molto che al giorno d’oggi artisti affermati e cosi seguiti dai giovani rincorrano il consenso popolare con questi mezzucci da avanspettacolo! Io ero un suo fan ora non lo sono più.

La cantante, da sempre sensibile a ciò che accade in Italia, risponderà a Dj Aniceto?

Commenti

commenti