Russia, Putin si aggiudica il primo turno con il 61,8%

Mosca- Il presidente Putin vince al primo turno le elezioni presidenziali in Russia e ottiene, con circa il 50% delle schede scrutinate, il 64,3% dei consensi.

Sotto le mura del Cremlino “lo zar” Vladimir piange commosso davanti alla folla che l’acclama. La sua vittoria lo porterebbe a guidare il paese per la terza volta.

“Vi avevo promesso di vincere, e noi abbiamo vinto in una lotta aperta e onesta”, così saluta il suo popolo Putin; poi si scaglia contro l’opposizione: “La nostra gente è in grado di distinguere il desiderio di rinnovamento dai tentativi di organizzare le provocazioni politiche per distruggere l’ordinamento statale e usurpare il potere”.

La durata del suo nuovo mandato lo porterebbe a esser secondo solo a Stalin. Questo primo turno ha una valenza più personale che politica: molti affermano che Putin sia ormai in declino, mentre sta dimostrando che “questo è solo l’inizio”, di un potere destinato a rimanere nella storia della Russia, benché con ombre.

Commenti

commenti