Impiantato pacemaker a una bimba nata da 15 minuti

L’avanzamento della tecnologia in ambito medico è ormai una realtà assodata e molto utile in caso di problemi più o meno gravi di salute. Si parla ora di un intervento estremamente delicato effettuato in California su una bambina nata da appena 15 minuti nella quale è stato impiantato un pacemaker nel suo piccolo cuore malato.

Purtroppo, tutto è iniziato durante una visita di controllo prenatale nella quale è stata diagnosticata una grave malattia cardiaca alla bambina di Leanne Maharaj e Kamneel Maharaj. Infatti la frequenza cardiaca della bambina risultava essere molto al di sotto della norma. Tutto questo in quanto il feto soffriva di un blocco cardiaco congenito provocato dal sistema immunitario della madre il quale, attaccando le fibre nervose, causava il rallentamento del battito cardiaco.

La prognosi non è stata molto positiva e i medici hanno deciso di indurre il travaglio alla trentunesima settimana di gestazione per poter correggere tempestivamente il disturbo diagnosticato. L’operazione è stata condotta da un team di medici dell’Università di Stanford lo scorso 22 novembre, il quale hanno inserito un pacemaker nel cuore della bambina nata da appena 15 minuti.

Il cuore della piccola Java Maharaj, che in Hindi significa vittoriosa,  aveva le dimensioni di una noce, quando il pacemaker è stato montato e avrà una durata di 10 anni. Dopodichè dovrà essere riposizionato e, ogni 5 anni, le batterie dovranno essere sostituite. I medici che hanno condotto l’operazione però sono molto fiduciosi e hanno dichiarato che la bambina potrà condurre una vita normale.

Commenti

commenti