Totalmente indifferenti

Stamattina, mentre ero in macchina con mio marito, all’improvviso una donna anziana si è parata davanti all’auto: gli occhi fissi, allucinati, persi nel vuoto… ha alzato una mano come per farci capire qualcosa, ma non una sola parola è uscita dalla sua bocca. Avvolta in un cappotto marrone con un grande collo di pelliccia e le ciabatte ai piedi.

Tra me e me ho pensato – probabilmente ha l’alzheimer ed è uscita di casa, senza che i suoi parenti se ne rendessero conto – un evento non raro, in certi casi.
Nessuno si è fermato per chiederle se aveva bisogno d’aiuto, nè se si sentiva male; nessuno si è preoccupato di soccorrerla, di chiamare qualcuno, di capire da dove provenisse quella donna smarrita e confusa, sola, incapace di badare a se stessa, sulla strada che va da Bollate a Milano.

Nemmeno noi, che in quel momento le passavamo davanti. Ecco cosa siamo diventati oggi: totalmente indifferenti…

Commenti

commenti