L’Unione plaude Monti: anche la Chiesa pagherà l’Ici

Roma- Sacrifici davvero per tutti. Monti chiede alla Chiesa di pagare l’Imposta comunale sugli immobili.

Oggi ricorre l’anniversario dei Patti Lateranensi, ma all’incontro non si è parlato di quella che è una vera e propria rivoluzione nel rapporto tra Stato e Papato, che comunque sarà prevista solo per gli immobili dove non si svolgono attività di culto.

L’Unione europea plaude la decisione dell’esecutivo Monti, cui promette la chiusura della procedura d’infrazione aperta al tempo del dimissionario governo Berlusconi, promotore dell’esenzione a favore della Chiesa.

Angelino Alfano, Pdl,  infatti ammette di non aver pregiudizi verso il testo dell’emendamento Ici, purché non contenga “norme punitive” nei confronti dell’ente ecclesiastico.

Casini, Udc, definisce “ineccepibile” la linea di Monti, per cui è giusto “sgravare le attività caritatevoli e assistenziali, iniziative benemerite della Chiesa”.

Di ben 600 milioni è il valore stimato dell’imposta dall’Anci riguardo alla proprietà immobiliare della Chiesa, che insieme alla lotta all’evasione fiscale, rifocillerà le casse statali.

 

 

Commenti

commenti