Napolitano: “Investire sul lavoro dei giovani”

Roma- Giorgio Napolitano in conferenza stampa dopo l’incontro al Quirinale con il Presidente della Repubblica di Germania, Christian Wulff, tratta del tema politico del momento: la riforma del lavoro.

Il Capo dello Stato auspica larghe intese, nonostante si siano presentati alla Camera moltissimi emendamenti, alcuni identici, per concepire la riforma del lavoro “in funzione di un accrescimento della produttività che, purtroppo, in Italia è stata stagnante da molti anni”.

Un’attenzione importante richiede il lavoro delle giovani generazioni, che necessitano di investimenti pubblici a livello europeo. Il Capo dello Stato si dice poi concorde con il collega tedesco, secondo cui occorre “un forte sforzo per la qualificazione dei giovani, per farli entrare nel mercato del lavoro con la giusta preparazione”.

Ogni Stato membro deve cercare di risolvere al meglio il dramma della disoccupazione, in particolare quella giovanile, varando misure in favore dei “futuri lavoratori”, ma l’Unione deve coadiuvare le scelte dei paesi con “spirito di solidarietà per la crescita e lo sviluppo”.

“L’Italia sta facendo molto per la crisi dell’Eurozona-ammette il Presidente Napolitano-“facendo la propria parte di responsabilità per ripristinare la stabilità finanziaria”. La riposta del collega Wulff è significativa: “Noi crediamo nella forza dell’Italia, nella sua capacità di aumentare la sua competitività. Nessuno deve avere dubbi sulla solidarietà dell’Italia alla Germania”, non dimenticando poi di spronare l'”uomo del cambiamento“, Mario Monti, a perseguire gli ambiziosi obiettivi prefissati.

Commenti

commenti