Basket: Milano ko con Sassari, Siena ok

“Una sconfitta che mi fa innvervosire perchè l’atteggiamento messo in campo è stato un grave errore. L’assenza di Travis Diener e la facile vittoria del girone d’andata ci hanno portato a pensare di poterla spuntare senza problemi ed abbiamo pagato la presunzione. Molti errori al tiro ci hanno condizionato, 2/19 è un dato di balistica pura. Sono l’allenatore e mi prendo le responsabilità, ma ad un certo punto ci si stufa. Serve che tutti diano il cento per cento in ogni partita”.

Coach Sergio Scariolo sceglie parole dure per commentare l’ottava sconfitta in campionato dell’ Olimpia Milano, giunta fra le mura amiche di Assago contro una Banco di Sardegna Sassari spinta dalla miglior prestazione, da quando gioca in italia, di Quinton Hosley, 27enne entrato nel roster degli isolani dal Badalona all’inizio di quest’anno.

I meneghini si aggrappano al gioco a due fra J.R. Bremer e Richard Mason Rocca, con il primo protagonista di una prestazione da 17 punti, con 0/5 dalla lunga distanza, e l’italo-americano al tabellino con otto punti, entrando dalla panchina, affiancati da Alessandro Gentile (15), autore di una delle due triple del match per i lombardi.

In controllo da metà dell’incontro, tenendo a bada i padroni di casa sempre pronti a farsi sotto ma incapaci di ottenere il sorpasso, gli ospiti conquistano un successo importante che li proietta al quarto posto in classifica generale, a pari merito proprio con l’ Olimpia Milano, in vantaggio negli scontri diretti, ed alla Canadian Solar Bologna, sconfitta in casa della Vanoli Braga Cremona.

Nonostante il rientro di Malik Hairston, esitante nei primi minuti in campo dopo una lunga assenza, i meneghini pagano lo scarso apporto in entrambi i lati del campo del greco Ioannis Borousis, di Omar Cook, cinque palle perse per il play, e di Drew Nicholas, con Stefano Mancinelli uscito per infortunio dopo l’ottima difesa contro Quinton Hosley.

La capolista Montepaschi Siena blinda la vetta con una schiacciante vittoria ai danni della Otto Caserta, raggiungendo il massimo stagionale per quanto riguarda i punti segnati in una singola partita (104) e regalando a coach Simone Pianigiani il successo personale numero 300 in carriera e portando tutti i dodici uomini schierati a punto.

Pietro Aradori e David Andersen, entrambi a referto con 19 punti segnati, risultano i top-scorer del match per i toscani, seguiti da Igor Rakocevic (18), chiudendo la partita casalinga fra il secondo ed il terzo periodo di gioco, mettendo insieme 60 punti in 20 minuti.

Il prossimo weekend non sarà di scena il campionato ma le Final Eight di Coppa Italia, a Torino, con la Montepaschi Siena, prima nel girone d’andata, in campo contro la Banco di Sardegna Sassari, attualmente quarta in classifica generale ma ottava al termine delle prime sedici partite.

L’ Olimpia Milano sfiderà la Canadian Solar Bologna, ora entrambe a quota 24 alle spalle della capolista toscana, per riprendere quel filotto di vittorie che sembravano aver ridato vita alla squadra, fra i successi in campo italiano ed in Eurolega.

Commenti

commenti