Amauri si sfoga: Alla Juve decide solo Conte

Amauri sta iniziando a togliersi i primi sassolini dalle scarpe. Lasciato ai margini della Juventus e ritornato a giocare a calcio solo dopo il trasferimento dalla Fiorentina, Amauri non si trattiene e inizia il suo sfogo:

Alla Juve decide solo Conte. Ho avuto la sfortuna di essere arrivato a Torino quando è cambiato tutto. Squadra e dirigenza. Ho avuto la sfortuna di esserci ancora quando è ricambiato tutto un’altra volta. La cosa che più mi ha fattio soffrire è l’essere stato tenuto lontano al campo. Ho capito che per me non ci sarebbe stato più posto quando sono andato a Parma […] con Conte ci ho parlato due volte.

È sempre brutto non giocare, però c’è da dire che alla Juve Amauri è stato dal 2008 al 2011 totalizzando 71 presenze con solo 17 gol fatti, non certo uno score da grande attaccante. C’è anche da sottolineare che l’attaccante ha rifiutato diversi trasferimenti per poi finire ai margini della squadra. Che sia Antonio Conte, l’allenatore, a decidere tutto sembra più che giusto.

Commenti

commenti