Fantacalcio: i consigli per la 20° giornata

Pirlo, Del Piero e Giaccherini

Juventus – Udinese è una di quelle gare che possono decidere una stagione: il collettivo Juve al servizio del genio di Andrea Pirlo, contro quello friulano che si affida a bomber Totò Di Natale. Se vincono i bianconeri danno un segnale, l’ennesimo, fortissimo in ottica scudetto, al contrario, l’Udinese confermerebbe una stagione straordinaria e farebbe un favore enorme alle inseguitrici. Scontro al vertice a parte, bella sfida quella tra Genoa e Napoli: i rossoblu hanno ritrovato Rodrigo Palacio, ma non sempre basta, mentre i campani hanno scoperto in Goran Pandev un quarto “tenore” di tutto rispetto. Impegni più abbordabili per il Milan di Zlatan Ibrahimovic, che ospita il Cagliari, e l’Inter di un Wesley Sneijder in crescita esponenziale, che va a far visita al Lecce. La Lazio prova a rilanciarsi a Verona, affidandosi di nuovo al capitano Tommaso Rocchi, mentre la Roma cerca i 3 punti contro il Bologna. Interessanti scontri diretti in coda, soprattutto Cesena – Atalanta e Catania – Parma. Impegno più difficile per il Novara, in casa del “pazzo” Palermo. Storia a sé, come ogni derby, Fiorentina – Siena, durante il quale potrebbe fare il suo esordio in maglia viola Amauri.

 

CATANIA – PARMA

Entrambe le formazioni cercano una tranquilla salvezza e sognano qualcosa di più; noi propendiamo per il Catania.

Negli etnei, Lodi  e Barrientos sembrano i più in forma; in seconda battuta Bergessio, che non segna da un po’ e Gomez; fuori Campagnolo, Bellusci, Potenza e Izco.

Nel Parma, molto, come sempre, dipende da Giovinco e Biabiany; Floccari non sembra in gran forma, al contrario di Pavarini; no Brandao, Galloppa e Gobbi.

CATANIA: SI: Lodi  NO: Bellusci  SORPRESA: Gomez

PARMA: SI: Giovinco  NO: Brandao  SORPRESA: Pavarini

 

CESENA – ATALANTA

Sfida salvezza molto delicata perché l’Atalanta è in crisi, mentre il Cesena, soprattutto in casa, può trovare i giusti stimoli.

Nei romagnoli, partito Eder che sembrava il più ispirato del momento, non resta che affidarsi alla vena di Mutu, piuttosto altalenante, e di Candreva, magari tentando la sorpresa con Parolo, Ceccarelli e la sorpresa Rennella; non ci fidiamo di Antonioli, Comotto, Moras e Pudil.

Nell’Atalanta, Denis non è più il marcatore infallibile di qualche settimana fa, ma vale la pena rischiarlo; delude raramente anche Cigarini e Consigli è un buon portiere; sorprese Marilungo e Gabbiadini; no tutta la difesa, Peluso escluso.

CESENA:  SI: Mutu  NO: Antonioli  SORPRESA: Rennella

ATALANTA:  SI: Denis  NO: Manfredini  SORPRESA: Gabbiadini

 

CHIEVO – LAZIO

Una Lazio in difficoltà va su un campo notoriamente ostico come quello di Verona; non si escludono sorprese.

Nel Chievo, Sorrentino sta giocando un campionato strepitoso, Bradley ha trovato una certa continuità, mentre davanti i più in forma sembrano Thereau e Paloschi; ok anche Cesar, non Jokic, Luciano e Pellissier.

Nella Lazio, Rocchi è in gran forma e forse oggi è preferibile pure a Klose ed Hernanes (ma con che coraggio si esclude il tedesco?); funziona il centrocampo con Lulic, Ledesma e Gonzalez; non la difesa: fuori Konko, Biava e Radu.

CHIEVO:  SI: Bradley  NO: Jokic  SORPRESA: Paloschi

LAZIO: SI: Rocchi  NO: Radu  SORPRESA: Lulic

 

FIORENTINA – SIENA

La Fiorentina vuole tornare a vincere per allontanare le polemiche, anche se i derby fanno sempre storia a sé.

Nei padroni di casa, forse bisognerà aspettare un po’ per vedere il miglior Amauri, quindi meglio affidarsi ancora a Jovetic; si possono rischiare pure Boruc, Nastasic, Gamberini, Montolivo e Behrami; fuori Salifu, Lazzari e Ljajic; dubbi Natali e Vargas.

Il Siena fuori casa rende sempre meno, ma potete rischiare D’Agostino, seppure non in grandissima forma, Destro e Calaiò; fuori il pur bravo Pegolo, Contini e Vitiello.

FIORENTINA: SI: Jovetic  NO: Lazzari  SORPRESA: Amauri

SIENA:  SI: Destro  NO: Contini  SORPRESA: D’Agostino

 

GENOA – NAPOLI

Dopo Juve-Udinese, la partita più interessante di giornata e la più equilibrata.

Nel Genoa, ancora troppo altalenante, Palacio è una delle poche certezze; lo sarebbe anche Frey se non subisse così tanti gol; per il resto, salviamo Jankovic e Biondini, aspettiamo Gilardino e Sculli, bocciamo Mesto, Granqvist, Moretti e Kucka.

Nel Napoli, sempre difficile indovinare chi del quartetto magico farà da tenore…gli indizi portano a Pandev (che forse non gioca, però) e Lavezzi; difesa un po’ in difficoltà, non rischieremmo De Sanctis e Campagnaro; in mezzo ci fidiamo del solo Maggio.

GENOA: SI: Palacio  NO: Moretti  SORPRESA: Gilardino

NAPOLI:  SI: Lavezzi  NO: Campagnaro  SORPRESA: Pandev

 

JUVENTUS – UDINESE

Vero big match di giornata, noi diciamo Juve.

Le frecce di Conte sono, nell’ordine di ruolo, Lichtsteiner, continuo e pure goleador, Barzagli, Pirlo e anche il contestato Matri (segna sempre lui); un po’ meno affidabili Chiellini e De Ceglie, Vidal e Bonucci; le sorprese: Giaccherini, Del Piero ed Estigarribia.

Nell’Udinese, il solito Di Natale, con un Armero in buona forma e i dubbi Basta e Isla, che in contropiede possono sempre rendersi pericolosi; fuori Ferronetti, Fernandes, Abdi e Floro Flores; curiosità per il giovane Battocchio.

JUVENTUS: SI: Pirlo  NO: Bonucci  SORPRESA: Del Piero

UDINESE:  SI: Di Natale  NO: Abdi  SORPRESA: Armero

 

LECCE – INTER

Lecce affamatissimo, ma l’Inter dovrebbe compiere un vero harakiri per interrompere la propria striscia di vittorie proprio in Salento.

Nel Lecce, Di Michele e Cuadrado sono le armi in più, attendendo l’esplosione del talentuoso Muriel; altri possibili rischi sono Giacomazzi e Olivera; i nuovi Miglionico e Blasi crediamo non siano pronti, fuori anche Tomovic e Brivio.

Nell’Inter, Milito in forma “triplete”, meglio di Pazzini, Sneijder cresce a vista d’occhio e pure la difesa sembra tornata affidabile; insomma se proprio volete escludere qualcuno, fatelo con Chivu, Nagatomo, Faraoni e Alvarez, non sempre irreprensibili.

LECCE: SI: Cuadrado  NO: Miglionico  SORPRESA: Di Michele

INTER:  SI: Milito  NO: Chivu  SORPRESA: Sneijder

 

MILAN – CAGLIARI

Non crediamo che questo Milan possa avere problemi a San Siro contro un pur coriaceo Cagliari.

Non lo crediamo perché tra i rossoneri Ibrahimovic è in forma smagliante con Robinho al fianco dà il meglio di sé; piacciono anche Abbiati, Thiago Silva, Nesta e Nocerino, mentre sembrano un pelo in difficoltà Abate, Antonini e Ambrosini; sorpresa El Shaarawy, se troverà spazio.

Nel Cagliari, provate con i solidi Nainggolan e Conti, oppure con Ibarbo e Cossu nella remota ipotesi che i sardi possano impensierire seriamente il Milan, ma magari in contropiede…; fuori Agazzi, Canini, Agostini, Dessena e Larrivey.

MILAN: SI: Ibrahimovic  NO: Ambrosini  SORPRESA: El Shaarawy

CAGLIARI:  SI: Nainggolan  NO: Canini  SORPRESA: Ibarbo

 

PALERMO – NOVARA

Il Palermo al Barbera raramente stecca, anche se non sta disputando una grande stagione; Novara in crisi di gioco e risultati e i nuovi non hanno dato la scossa sperata.

Nel Palermo Miccoli in gran forma, mentre non ci fidiamo di Budan, che non è mai stato un bomber di razza; dietro potrebbe uscirne indenne Viviano, ok anche Silvestre e Migliaccio; dubbi Balzaretti e Ilicic; no Munoz, Pisano e Donati.

Nel Novara, Rigoni sempre tra i pochi a salvarsi, ma Caracciolo qualche segnale di risveglio l’ha dato; dietro si continua a ballare troppo, fuori Dellafiore, Rinaudo e Gemiti, in mezzo no Radovanovic e Jensen.

PALERMO: SI: Miccoli  NO: Pisano  SORPRESA: Viviano

NOVARA:  SI: Rigoni  NO: Rinaudo  SORPRESA: Caracciolo

 

ROMA – BOLOGNA

Da una parte, una delle squadre più spettacolari del campionato, seppure ridimensionata dalla scoppola in Coppa contro la Juve, dall’altra un Bologna solido che con Pioli sembra essersi messo sui binari giusti. Ovviamente il pronostico è tutto per i giallorossi.

Nella Roma, Totti sembra essere tornato quello dei tempi migliori e con lui funzionano alla grande pure Lamela e Borini; dietro ok Juan, in mezzo Pjanic; qualche dubbio su Rosi, Taddei e Simplicio, l’unico che escluderemmo.

Nel Bologna importante il ritorno di Diamanti, l’unico che schiereremmo ad occhi chiusi; si possono rischiare pure Di Vaio per qualche bonus e Mudingayi se cercate una sufficienza; no Gillet, Morleo, Perez e Taider.

ROMA: SI: Totti  NO: Simplicio  SORPRESA: Borini

BOLOGNA:  SI: Diamanti  NO: Taider  SORPRESA: Di Vaio

Commenti

commenti