McDonald’s sospende la campagna su Twitter troppi i giudizi negativi

Si chiamava “Raccontateci le vostre McStorie” ma la campagna su Twitter di McDonald’s è miseramente fallita. Ma più che di fallimento si deve parlare di un effetto indesiderato da parte della società, feedback troppo negativi e campagna sospesa. Un brutto colpo a livello di immagine, un brutto colpo a livello di brand sui social network.

Sbagliare qualcosa in internet ha un effetto domino, la viralità è talmente forte che basta un piccolo errore e l’immagine ne risente più del dovuto. La campagna era stata lanciata pochi giorni fa sul social network, far condividere le storie degli utenti e consumatori di McDonald’s con la parola chiave McDStories, in gergo twitteriano hashtag, #McDStories. L’azienda si aspettava di leggere storie allegre, positive e che dessero un beneficio all’immagine del brand ma nulla è stato rispettato.

L’hashtag è stato usato da subito da molteplici utenti ma il loro scopo è stato quello di raccontare esperienze negative, l’opposto di quello che voleva ottenere McDonald’s. Critiche sull’igiene dei locali, critiche sul servizio, racconti di storie e leggende metropolitane, tutte le storie più negative raccontate fino ad oggi riassunte su Twitter. Un effetto spaventoso che ha fatto chiudere subito l’iniziativa. Altra mossa poco felice del colosso del fast food, non si possono nascondere le tracce di quello che è successo, soprattutto in internet, soprattutto nei social network.

La dichiarazione di Rick Wion, direttore della comunicazione tramite social media di McDonald’s:

Dopo un’ora, abbiamo capito che non stava andando come speravamo, e abbiamo fatto un cambio di rotta.

Errori sommati ad altri errori, e la consapevolezza che non si può “giocare” con i social network, questo nuovo tipo di comunicazione può essere un indice di gradimento enorme, può essere il più grande database sulla soddisfazione del cliente (Customer Satisfaction) ma realizzare simili campagne è solo controproducente.

Provate a ricercare l’hashtag su Twitter, sorpresi? Per comodità di segnaliamo il link diretto di #McDStories.

Commenti

commenti