Napolitano firma il decreto sulle liberalizzazioni

Roma- Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha firmato il decreto sulle liberalizzazioni del Governo tecnico, dopo la verifica dei tecnici del Quirinale.

Il premier Mario Monti intanto ha partecipato a Bruxelles all’Ecofin, dove ha annunciato che “la crescita e l’occupazione devono essere al centro del dibattito europeo”; poi ammette che l’Italia sta operando su questi fattori, sperando di procedere in modo spedito sulla riforma del lavoro.

Tuttavia non vengo messi da parte i sacrifici, cui tutti dobbiamo attenerci per riuscire a superare al meglio questa ostile situazione internazionale, ma senza dimenticare l’equità, la cui mancanza non produrrebbe gli effetti sperati.

Nel meeting europeo si è trattato anche delle nuove misure contro la speculazione finanziaria, tra cui i “firewall“, i muri di fuoco per resistere all’assalto speculativo.

Queste operazioni effettuate da Monti e il suo esecutivo mirano a risanare i conti pubblici evitando il rischio default, pur richiedendo grossi sforzi agli italiani; ciò dimostra che tale governo tecnico non deve ottenere necessariamente un consenso della popolazione (che non guasterebbe certo!) ma deve guardare in particolare a tutelare il nostro Paese dalla minaccia della crisi.

 

 

Commenti

commenti