Siena prima, Pesaro sale al 2° posto. Milano: ancora ko

L’ultima giornata del girone d’andata, oltre a definire il tabellone dei quarti di finale di Coppa Italia, risulta un turno di campionato colmo di sorprese con la Montepaschi Siena messa in difficoltà dalla Fabi Shoes Montegranaro e l’Olimpia Milano sconfitta a Biella.

I toscani di coach Simone Pianigiani si affidano a Bootsy Marvis Thornton (22) ed a David Andersen (24) per superare i marchigiani, in partita sino al terzo quarto e davanti al momento dell’intervallo lungo, cedendo negli ultimi dieci minuti.

Avanti di ventuno punti grazie ad un iniziale parziale di 30-9, l’Olimpia Milano incappa nella terza sconfitta consecutiva con una squadra attualmente fuori dalla Top8, scivolando sino alla quarta posizione, subendo il sorpasso dalla Scavolini Siviglia Pesaro, seconda, e dalla Bennet Cantù, terza.

Nonostante Antonis Fotsis (24) carico e Stefano Mancinelli (14), oltre al solito lottatore Richard Mason Rocca, i meneghini subiscono l’ennesimo ko in rimonta, andando incontro al prossimo appuntamento, giovedì in casa contro i greci del Panathinaikos per la prima giornata delle Top16 di Eurolega, con numerose incognite intorno al gruppo.

Vincente nell’anticipo contro la Canadian Solar Bologna, in un match combattuto ed emozionante, la Bennet Cantù sale in terza posizione mentre la Scavolini Siviglia Pesaro, forte del successo ottenuto ai danni di Casale Monferrato grazie a Richard Hickman (22) e James White (21), ed avvantaggiata dai trionfi negli scontri diretti con le lombarde, balza in seconda piazza a sorpresa.

Fermando la Otto Caserta a soli due punti segnati nel secondo quarto, la Banco di Sardegna Sassari vince il match che la proietta all’ottavo posto, agguantando l’ultimo pass disponibile per accedere ai quarti di finale di Coppa Italia, affiancati dalla Sidigas Avellino, abile nel superare l’Umana Reyer Venezia ed ottenere la sesta piazza.

I campani, trascinati da Taquan Dean (18) e Jurica Golemac (21), oltre all’ottimo apporto di Linton Johnson (18), dopo aver risolto i problemi finanziari, ottiene la quinta qualificazione alla coppa nazionale consecutiva, superando i veneti, in partita con Alvin Young (20) sino al break di 35-11 subìto nel terzo quarto della partita.

Quarto successo in fila per la Banca Tercas Teramo, spinta dalle buone prestazioni di Valerio Amoroso (13), Brandon Brown (10) e Milos Borisov (19), ottenuto battendo la Cimberio Varese di coach Carlo Recalcati, Kristjan Kangur (26) e Yakhouba Diawara (15).

 

Commenti

commenti