Alejandro Valverde torna in sella col Team Movistar

Il 31 dicembre del 2011 è scaduto il termine della squalifica di Alejandro Valverde, allontanato dalle competizioni ciclistiche per due anni e pronto a tornare ai grandi livelli.

Protagonista di 61 vittorie in carriera, fra cui spiccano la doppietta alla Liegi-Bastogne-Liegi, classica conquistata nel 2006 e nel 2008, il Freccia Vallone e la Vuelta, lo spagnolo rientrerà vestendo la maglia del Team Movistar.

“Ora che ho pagato per gli errori commessi in passato, sono pronto a ripartire da zero con una nuova avventura. Il mio sguardo rimane fisso sul futuro e mi sto impegnando per ritrovare me stesso. Sono entusiasta di tornare in sella e mi sento bene grazie alla risposta giunta dai miei compagni e dai tifosi, sempre affettuosi nei miei confronti”.

Alejandro Valverde, affiancato dal 30enne Juan Josè Cobo, trionfatore a sorpresa dell’ultima edizione della Vuelta, e da Eusebio Unzue, ha preso la parola nel corso dell’evento organizzato dal Team Movistar per celebrare il suo rientro nel mondo del ciclismo.

“Scontando la squalifica ho avuto più tempo da trascorrere insieme alla mia famiglia, godendomi la compagnia dei miei figli e rivestendo a pieno il ruolo di padre. Durante la stagione è dura trovare molto tempo per loro fra viaggi ed impegni. Ho avuto l’occasione di vedere il mio sport da fuori e devo ammettere che è molto interessante”.

Il 2012 non lo vedrà partecipare al Giro d’Italia, tenendo le classiche come Amstel, Freccia Vallone e Liegi-Bastogne-Liegi come obiettivi stagionali, tentando di ottenere un buon risultato al Tour de France.

“Il mio impegno sarà massimo e mi sento bene. Mi sono allenato molto nel periodo di stop ed ho migliorato il mio stile per le crono lunghe, il mio punto debole. I risultati li vedrò quando sarò in mezzo al gruppo perchè la corsa è tutta un’altra cosa. Sono pronto per affrontare gli impegni del mio programma, soprattutto l’Olimpiade di Londra ed il Mondiale”.

Commenti

commenti