Basket: Siena e Milano allungano, Biella fermata

Con la Montepaschi Siena fermata dalla giornata di riposo e la vittoria ottenuta nell’anticipo contro Montegranaro, l’Olimpia Milano di Sergio Scariolo riaggancia la vetta a quota 16 punti, con otto successi e due sconfitte sino ad oggi, al pari dei toscani agli ordini di Simone Pianigiani.

La coppia di testa allunga le distanze grazie al successo della Cimberio Varese ai danni dell’Angelico Biella, nata dai 28 palloni persi dai ragazzi di Massimo Cancellieri, espulso nell’ultimo quarto, e l’ottima prestazione di Rok Stipcevic (25) e Yakhouba Diawara (19).

Alla decima giornata, il duo al vertice porta a quota quattro le lunghezze di vantaggio sui piemontesi, trascinati dai 27 punti di Aubrey Coleman, puniti da un’eccessivo clima di nervosismo, con cinque giocatori usciti per somma di falli, a partire da Matteo Soragna (28′), passando da Goran Jurak (36° minuto) ed alla coppia varesina Kristjan Kangur e Yakhouba Diawara.

Alle spalle delle due favorite per la lotta scudetto e la sorpresa Angelico Biella, la classifica annota cinque squadre a pari punti con la Bennet Cantù fermata a Casal Monferrato da Mustafa Shakur (20) e Matt Janning (17), unica sconfitta del gruppetto in quarta piazza.

La Canadian Solar Bologna, trascinata da Giuseppe Poeta (17), Viktor Sanikidze (16) ed Angelo Gigli (16), supera l’Umana Reyer Venezia, nonostante un Tim Bowers da 20 punti, affiancato da Tamar Slay (22) e Keydren Clark (20), ferma a sole due lunghezze dalla Top8.

Protagonista di una favolosa rimonta, a seguito di 37 minuti di gioco sotto tono, la Pepsi Caserta batte la Banca Tercas Teramo ai supplementari, pareggiando inizialmente lo svantaggio con un parziale di 12-3.

I ragazzi di coach Pino Sacripanti ringraziano il 34enne Alex Righetti (30), uomo partita, Andre Smith (22) e Giuliano Maresca (13), senza la voglia di gioire a causa della scomparsa di Mimmo Mingione, giornalista della JuveCaserta degli anni d’oro.

Insieme a Bennet Cantù, Cimberio Varese, Canadian Solar Bologna e Pepsi Caserta, anche la Sidigas Avellino aggancia la quarta piazza con il successo ottenuto in casa dell’Acea Roma, giunto all’overtime, nonostante l’assenza di Valerio Spinelli.

I campani, spinti da Marques Green (35), autore di un 5/6 dalla distanza di grande importanza per l’andamento del match, e da Linton Johnson, superano i laziali, con Clay Tucker a referto con 31 punti e 6/14 dall’arco, senza Vladimir Dasic, messo fuori rosa da Lino Lardo e dalla società, ed orfana di Anthony Maestranzi e Luigi Datome.

Commenti

commenti