Ciao Gallo, è stato bello

Il lockout NBA si è chiuso ed i giocatori giunti dall’America iniziano il rientro nelle loro franchigie, mettendo la parola fine alla loro avventura europea, chi in club prestigiosi, chi a casa.

L’atmosfera che ha accolto l’arrivo di Danilo Gallinari all’Olimpia Milano fu simile alle ovazioni concesse solo agli eroi della società meneghina ed il 23enne di Sant’Angelo Lodigiano ha subito eliminato la parola “nostalgia”.

A casa, coccolato dal suo pubblico e Denver lontanissima con la NBA che non partiva: il sogno di rivedere l’azzurro in maglia EA7 si è realizzato, durato poco più di tre mesi ma regalando grandissime emozioni ai tifosi milanesi.

“L’operazione che ha concesso di riportare Danilo Gallinari a Milano ha donato solo cose positive. Il pubblico ha risposto in maniera eccellente, il marketing è cresciuto ed il gioco era spettacolare. La squadra era rinnovata, quindi non si è nemmeno creato un problema per un rapporto che, sin dall’inizio, era chiaramente a tempo determinato. Tenerlo con noi? Sarebbe stato fantastico”.

Il presidente Livio Proli ha sottolineato gli aspetti positivi del talento italiano tornato nella squadra che vede come casa sua, figlio d’arte di un grande ex milanese, Vittorio Gallinari, ancora amato dal pubblico del Forum di Assago.

“La scelta di giocare in Europa durante il lockout ha giocato a nostro favore, tornerà nel pieno ritmo fisico, così come Timofej Mozgov e Ty Lawson. Ora sono in forma ed è la migliore delle situazioni per noi e per loro, con l’occasione di ripartire in NBA col giusto sprint”.

Il general manager dei Denver Nuggets, Masai Ujiri, sprizza gioia da tutti i pori per il ritorno dei suoi talenti, in piena forma fisica e pronti per iniziare il torneo d’oltreoceano con il piede sull’acceleratore.

Il morale di chi vive il mondo europeo è simile a quello che si prova nel momento immediatamente successivo al risveglio da un sogno splendido.

“Milano è ben attrezzata e tocca ai suoi compagni fra sentire il meno possibile la sua assenza. Sarebbe stato splendido vederlo ancora qui ma la NBA è il top, le leggi di mercato imperano”.

Dino Meneghin ha dichiarato tutto questo nel pomeriggio precedente alla gara contro il Real Madrid, con il dubbio riguardante la presenza di Danilo Gallinari nel match fra Olimpia Milano e Vanoli Braga Cremona, in programma domenica pomeriggio.

Commenti

commenti